Al via l’iter per la sede distaccata dell’Istituto Professionale per i servizi socio sanitari di Polla nella cittadina di Albanella

Al via l’iter per l’istituzione di una nuova sede distaccata dell’Istituto Professionale per i servizi socio sanitari di Polla ad Albanella. A renderlo noto il Sindaco di Polla, Massimo Loviso. “L’importanza di lavorare in sinergia, sottolinea il sindaco, ci permette di unire le forze e raggiungere i migliori risultati e a questo proposito sono molto entusiasta di questa intesa con il Comune di Albanella e soprattutto della lungimiranza di intenti. Queste iniziative, aggiunge,  sono anche motivo dell’Unione per i diversi territori. Faccio i miei complimenti a chi sta coordinando il tutto augurandoci presto di comunicare il buon esito dell’intesa”. Soddisfatta dell’inizio dell’iter per la sede distaccata anche l’assessore alla scuola, Federica Mignoli che parla di un ” percorso di sinergia scolastica che, ci auguriamo a breve, vedrà l’istituzione nel Comune di Albanella di una sede distaccata dell’Istituto professionale per i servizi Socio-Sanitario. Con l’apertura del nuovo Istituto Scolastico, unico nel suo genere, sottolinea la Mignoli,  si potrà coinvolgere un ampio bacino di utenza che abbraccia i due territori e in questo modo fornire un’adeguata risposta sociale, formativa e professionale per gli studenti che abitano in queste località.”  L’Istituto Superiore sarà aperto nella struttura dell’ex Istituto Alberghiero di Albanella e avrà indirizzo Ottico e Socio-Sanitario così da offrire una più ampia scelta di corsi di studio su tutto il territorio.

“Con il Sindaco e la Consigliera Maraio”, afferma il Consigliere Provinciale Giovanni Guzzo, “abbiamo da subito intrapreso varie iniziative sul campo della scuola, dopo l’intervento di miglioramento e ampliamento dell’immobile della sede distaccata dell’ alberghiero di Capaccio, abbiamo lavorato insieme all’Amministrazione Comunale di Polla per la sede distaccata dell’istituto superiore di Polla che può e deve rappresentare per la Comunità di Albanella e della Piana del Sele non solo un attrazione culturale ma un ampliamento importante dell’offerta formativa”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *