Covid 19, il racconto e l’appello di Daniele Campanelli: “Esperienza molto dura, non ascoltate chi minimizza”

Un mese di isolamento, e nel frattempo la lotta contro un virus infido che mette le persone a dura prova, sia dal punto di vista fisico che psicologico. Daniele Campanelli nella nostra intervista racconta l’esperienza vissuta da positivo al COVID 19, e la sua testimonianza è utile a smentire molti luoghi comuni che vogliono far passare il Coronavirus alla stregua di una banale influenza. Anche nelle forme poco sintomatiche, infatti, ammalarsi di COVID comporta un iter di guarigione complesso e non scontato.

“Altro luogo comune -spiega Daniele- è la convinzione errata che il COVID colpisca esclusivamente le persone anziane: ed io con i miei 33 anni posso dire che non è così”. Una testimonianza, quella di Daniele Campanelli, utile a smontare la superficialità e l’egoismo dei cosiddetti “negazionisti”, che predicano libertà ma che sfuggono le responsabilità. Ma anche un appello, rivolto soprattutto ai più giovani, a rispettare le normative anti-COVID, soprattutto quelle fondamentali: l’uso corretto della mascherina, il distanziamento sociale e la frequente igienizzazione delle mani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#