Un libro sugli scavi nella Grotta di Polla. Ecco “Nel regno del fango” scritto da Antonella Minelli e Sandra Guglielmi

È stato pubblicato “Nel regno del fango” scritto da Antonella Minelli e Sandra Guglielmi che ha come protagonista la Grotta di Polla. Un volume molto importante dal punto di vista scientifico e che ha una pubblicazione di carattere internazionale. Nel libro vengono presentati i risultati preliminari degli scavi archeologici recentemente effettuati nella Grotta di Polla da parte dell’equipe guidato dalla Minelli per l’Università del Molise. Ricerche speleoarcheologiche negli ultimi anni hanno messo in luce la notevole difficoltà di operare metodologicamente in un ambiente, come quello di una grotta che, oltre ad essere spesso caratterizzato dai limiti causati dall’oscurità e dalla tenuta degli ambienti, ha in questo caso portato a la presenza di una notevole quantità di fango che ha reso le ricerche ancora più complesse. Vengono quindi illustrate le metodologie adottate per la conservazione e conservazione dei materiali archeologici ed i risultati ottenuti. “La grotta – scrivono le autrici – si configura come un’area sfruttata con una certa continuità, dal Neolitico finale a tutta l’Età del Bronzo, con la specifica funzione di area sepolcrale. Le informazioni acquisite nel corso delle ricerche e degli studi di natura archeostratigrafica, paleobiologica, archeobotanica, hanno permesso di tracciare un quadro significativo ed esaustivo delle modalità di sfruttamento del contesto ipogeico, inserendosi a pieno nei modelli comportamentali noti, per il periodo considerato, in Italia centro-meridionale”. Nel volume sono illustrate le metodologie adottate per la preservazione e la conservazione dei materiali archeologici. I risultati ottenuti sono – dunque – di un certo rilevo nonostante la notevole difficoltà di operare metodologicamente in un ambiente, come quello di grotta che, oltre a dover fare i conti con i limiti dovuti all’oscurità e all’ampiezza degli ambienti, è caratterizzato in questo caso da una considerevole quantità di fango, che ha reso le ricerche ancora più complesse. Antonella Minelli è ricercatore confermato nel settore scientifico disciplinare di Antropologia, presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione dell’Università degli Studi del Molise. Ha lavorato come responsabile scientifico in contesti pre-protostorici in grotta e in open-air site in Italia e in Europa ed è stata direttore e collaboratore scientifico delle missioni archeologiche finanziate dal Ministero degli Affari Esteri italiano in Colombia e Paraguay. È autrice di diverse pubblicazioni. Sandra Guglielmi è ricercatore a tempo determinato in Antropologia Fisica, presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione dell’Università degli Studi del Molise. L’area disciplinare della sua attività di ricerca è l’Antropologia Fisica e Biomolecolare applicata ai campioni archeologici. Ha svolto attività scientifica in diversi ambiti archeologici, da contesti protostorici a contesti storici, in Italia e in Sud America. È autrice di diverse pubblicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *