Campania, avvertimento di De Luca: “Chiudo tutto se ci saranno comportamenti irresponsabili”

vincenzo de luca
vincenzo de luca- ph:web
Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca annuncia il lockdown regionale in caso di comportamenti irresponsabili e minaccia di chiudere tutto per due settimane. Evidenziato durante il suo punto settimanale sulla situazione sanitaria, sociale ed economica della regione anche l’eccellente trend legato ai numeri di somministrazione dei vaccini e il basso indice del livello di contagio. Per De Luca tutto ciò rappresenta un punto di partenza per puntare ad essere la prima Regione d’Italia e d’Europa ad uscire dall’epidemia.

De Luca:” La Campania sarà la prima regione a sconfiggere il Covid”

«Siamo impegnati in una sfida quasi folle: essere la prima regione che sconfigge il Covid. Per riuscirci dobbiamo fare un’operazione di straordinaria complessità, di grande difficoltà organizzativa al limite delle possibilità. Serve una organizzazione al limite della pazzia, ma sono convinto che siamo in grado di raggiungere questo obiettivo entro dicembre 2021». De Luca sostiene che entro l’anno potrebbero essere vaccinati 4,2 milioni di cittadini campani. «L’obiettivo è di fare 20mila vaccinazioni al giorno ma il problema che abbiamo è la quantità di vaccini disponibili». Nel frattempo come da ultimo Dpcm, la Campania viene confermata in zona gialla con le relative restrizioni nazionali.

Il presidente De Luca minaccia la zona rossa in Campania

«Siamo in zona gialla, ma sarebbe un suicidio per la Campania immaginare che siamo di fronte al rompete le righe. Non è una situazione in cui possiamo consentirci di fare la ricreazione»- dice il presidente della giunta regionale in diretta Facebook. «Non dobbiamo esaltarci per il fatto che la Campania resta in zona gialla ma dobbiamo essere ancora più preoccupati. Se ci saranno comportamenti irresponsabile- avverte De Luca– chiudo tutto per due settimane». Parole dure e chiare che vanno a scontrarsi anche con la linea adottata dal governo italiano nel nuovo Dpcm.

Scuola,  da lunedì lezioni in presenza per prima, seconda e terza classe della Primaria

L’Unità di Crisi ha deciso in base alla situazione epidemiologica e in relazione al ritorno in presenza nella scuola, di far riprendere a partire da lunedì prossimo (18 gennaio) le lezioni in presenza fino alla terza classe della scuola primaria. Non sarà consentita la refezione scolastica.  «È dato mandato alle Asl di distribuire ai medici di medicina generale test antigenici per il monitoraggio della situazione dei contagi del personale della scuola, docente e non docente, con priorità per chi già è impegnato nella didattica in presenza- si legge nella nota diffusa dall’unità di crisi».

Covid-19, il bollettino ordinario dell’unità di crisi della Regione Campania

Le persone positive in Campania nella giornata di ieri sono state: 1.150 (di cui 73 casi identificati da test antigenico rapido) su una base di 13.929 tamponi (di cui 1.353 antigenici). Il numero dei decessi è di 37 persone nelle ultime 48 ore. I guariti invece sono 933. Fino ad ora il totale delle persone che hanno contratto il virus 204.996 su  2.208.602 test effettuati mentre le vittime sono state in totale 3.335, i guariti 128.728. I  posti letto di terapia intensiva disponibili sono 656 su 93 occupati. I posti letto di degenza disponibili: 3.160 su 1.401.

Potrebbe interessarti anche:

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. fusco antonio ha detto:

    ……mai come in questo momento c’è bisogno di gente come de luca. Detto da me, che non sono certo un suo sostenitore, dà la misura della gravità del momento e ci dovrebbe far comprendere che se non siamo responsabili e rispettosi di leggi e prossimo ci porteremo questa pandemia addosso ancora per anni. Basta dare uno sguardo alle regioni razziste e becere in mano ai fascio leghisti , vedi trentino, valle d’aosta , liguria, sicilia per rendersi conto che siamo nelle mani di governatori irresponsabili e buoni soltanto a tirare il carro di partiti che vogliono il caos per poter meglio rubare per se ed i loro accoliti.Bisogna che la parte migliore del paese vigili e sia attenta per porre un argine al dilagare della violenza, dell’ignoranza e della inciviltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *