“Più possibilità di una fermata dell’Alta velocità con la Città Vallo”. La proposta del Comitato Comune Unico

Il Comitato per il Comune Unico “Città Vallo di Diano” si esprime favorevolmente sulla possibilità di realizzazione di una stazione ferroviaria “Vallo di Diano”, lungo la nuova linea ferroviaria AV/AC Battipaglia-Praja, asse Salerno-Regio Calabria, prevista per il 2026. “Il Comitato darà il suo contributo insieme alle altre forze e comitati che in questi giorni si stanno attivando per richiedere la realizzazione della stazione di interscambio nel Vallo di Diano. Da anni il Comitato che sostiene la Proposta di legge per la Costituzione del Comune Unico “Città Vallo di Diano” presentata da Carmelo Bufano e ha attivato azioni e pressioni al fine di poter permettere la discussione in Consiglio regionale della suddetta proposta, posta all’ordine del giorno del Consiglio. La proposta, infatti, nonostante la legislatura regionale sia stata rinnovata, è ancora valida come previsto dalla legge, in quanto sostenuta dalle delibere di 14 Comuni del Vallo di Diano per una popolazione che supera i 50.000 abitanti. L’approvazione in Consiglio regionale porterebbe all’indizione di un referendum popolare per chiedere alla Comunità del Vallo di approvare o meno il Comune unico. Il rammarico in questa occasione dell’Alta Velocità, come in tante altre in precedenza, è che con un Comune unico di 60 mila abitanti (terzo Comune più popoloso nella Provincia di Salerno) avremmo potuto più facilmente sostenere e chiedere la realizzazione di una stazione ferroviaria di Alta Velocità. L’auspicio è che gli sforzi e le dichiarazioni favorevoli alla stazione “Vallo di Diano” siano profusi e si susseguano contemporaneamente anche per l’indizione di un referendum popolare presso la sede del Consiglio regionale”.

Una risposta

  1. Salvatore Gasparro ha detto:

    Si adducono giustificazioni e fantasie inverosimili pur di portare avanti il progetto fallimentare del comune unico. Basta essere coesi nelle decisioni senza tirar fuori ogni volta questa mandrina del comune unico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *