Le partite Iva scendono in piazza a Salerno contro le misure anti-Covid di De Luca. Lega e Fdi fanno pressing su Palazzo Santa Lucia. IMMAGINI

Protestano i lavoratori salernitani che quest’oggi sono scesi in piazza per esprimere il loro disappunto contro i provvedimenti regionali. Le partite iva, nello specifico, commercianti, artigiani e lavoratori autonomi chiedono maggiori ristori e soluzioni per far ripartire un’economia già in ginocchio e pesantamente danneggiata dalla pandemia. I cittadini sfogano la loro rabbia attraverso i megafoni per farsi ascoltare nei pressi dell’ufficio del governatore campano.

Nel frattempo dal centrodestra arrivano pesanti accuse nei confronti di Vincenzo De Luca, sulla gestione della pandemia in abito economico e sanitario.

Partite Iva e ristori, Pierro (Lega): “Situazione drammatica…invertiamo la rotta”

A schierarsi a fianco dei manifestanti salernitani è il consigliere regionale della Lega, Attilio Pierro che attraverso una nota stampa, esprime la sua posizione. «I mancati ristori al mondo delle partite Iva, oggi in piazza a Salerno per protestare contro De Luca, sono la fotografia della cruda e drammatica situazione attuale. Le misure messe in campo dal Conte-bis e da palazzo Santa Lucia, come denunciamo da tempo, erano insufficienti allora e inesistenti oggi. Occorre invece invertire la rotta con ristori direttamente sui conti correnti bancari. Come Lega abbiamo richiesto l’eliminazione del criterio legato ai codici ATECO e provvedimenti rivolti all’intera platea dei 2,5 mln di aziende e partite IVA con indennità calcolate sul decremento di fatturato dell’intero 2020 sul 2019. Siamo fiduciosi e crediamo che il nuovo governo, di cui ci onoriamo di far parte, farà la differenza in tale direzione. Meno promesse, meno slogan e più concretezza». Dichiara il consigliere regionale e segretario provinciale della Lega Salerno Attilio Pierro.

Iannone (Fdi) attacca De Luca: ” La Campania è la prima per rischio sanitario e instabilità sociale”

«Per De Luca è più importante la sua diretta Facebook che dare risposte a coloro che non hanno certezze. È così che oggi è scappato in altro luogo per evitare a Salerno ristoratori, baristi, conduttori di piscine e palestre, commercianti e partite IVA che manifestavano perché senza aiuti e senza certezze a cui va la nostra solidarietà per la civiltà con la quale fanno sentire la propria voce. Mentre scappa dalle proprie responsabilità l’indice RT della Campania giunge ad 1,65, il più alto in assoluto delle Regioni italiane. De Luca non è capace di una strategia che tenga sotto controllo il rischio sanitario, che aiuti le categorie colpite dalle chiusure, che vaccini la popolazione in modo celere. Dopo un anno di pandemia la Campania è prima per rischio sanitario e sociale ed ultima per efficienza di soluzioni organizzative e risposte economiche. De Luca ha truffato tutti alle elezioni ma ora il re è nudo.” Lo dichiara il Senatore Antonio Iannone, Commissario Regionale di Fratelli d’Italia in Campania».

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. fusco antonio ha detto:

    ….purtroppo anche questo è il risultato dei continui bonus, condoni, rottamazioni, redditi di parassitismo che abituano la gente a non fare nulla e vivere a sbafo sulle spalle di quei pochi che fanno il loro dovere.

  2. fusco antonio ha detto:

    …..naturalmente fomentati da corvi e sciacalli leghisti,fascisti e berluschini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *