Tentato furto di vaccini anticovid nella farmacia dell’Asl Salerno. I ladri portano via quelli sbagliati

Nessuna ipotesi è esclusa, ma bisognerà aspettare i risultati dei rilievi in corso di esecuzione da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Salerno. Un dato è certo, sono stati rubati dei vaccini pediatrici dalla farmacia territoriale dell’Asl Salerno.
Molto probabilmente i ladri miravano ad altro: i vaccini anti-covid. Ma per inesperienza, o magari la necessità di agire velocemente, i ladri hanno sbagliato di gran lunga nel loro obiettivo che sembra avere sempre più conferme. Ovvero: i malviventi hanno agito con lo scopo di rubare vaccini per l’immunizzazione per il Covid_19.

La notizia è stata battuta, negli istanti dopo  la scoperta del colpo, da “Radio Alfa” storica emittente radiofonica del salernitano. Nel giro di poche ore ha fatto il giro del web, perchè se venisse confermata l’ipotesi del tentato furto di vaccini anti-covid,  si aprirebbero scenari già da tempo prospettati: ossia che esiste un mercato nero dei vaccini, con persone pronte a farsi inoculare le dosi, senza alcun ufficialità della somministrazione e anche del farmaco ricevuto. Insomma l’ipotesi è che sia stato creato una sorta di sistema parallelo alle vaccinazioni ufficiali, dove c’è chi procura i vaccini, chi li inocula e chi è disposto a riceverli, magari acquistandoli, illegalmente.  “A riprendere quanto accaduto, si legge su Radioalfa.it,  alcune telecamere della vicina spiaggia dell’Anmic di Salerno dove sono ben visibili quattro uomini ben incappucciati e travisati. Immagini acquisite dai militari dell’arma che potrebbero rivelare elementi utili per risalire agli autori del colpo. Nel corso dei rilievi dei carabinieri della sezione investigazioni scientifiche sono stati ritrovati una lama di flex, un piede di porco in acciaio ed un taglierino. Poco distante in una canale di Torre Angellara che sfocia a mare i carabinieri hanno ritrovato alcuni flaconi dei vaccini persi o di cui si sono disfatti i ladri”

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *