Operazione antimafia a Pignola: 17 ordinanze. Il Procuratore Curcio: “Criminalità organizzata nel potentino spesso sottovalutata”

Diciassette ordinanze cautelari sono state eseguite da parte della Polizia nell’ambito dell’operazione “Iceberg”, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Potenza, per disarticolare un’associazione criminale di stampo mafioso radicata nel comune di Pignola in provincia di Potenza. Sono in corso di esecuzione anche due provvedimenti di sequestro preventivo delle quote e del complesso aziendale di due società, una delle quali gestisce il bar all’interno del Palazzo di Giustizia del capoluogo lucano. L’opera della criminalità organizzata in Basilicata e “anche in provincia di Potenza” è un fenomeno che fa registrare “non di rado una sottovalutazione”.     Lo ha detto il Procuratore distrettuale antimafia di Potenza, Francesco Curcio, commentando l’operazione “Iceberg” che, oggi, ha sgominato il clan Riviezzi di Pignola. Secondo Curcio, la criminalità organizzata “opera in modo rilevante e significativo in Basilicata ed anche in provincia di Potenza”. Curcio ha definito “di assoluto rilievo” il risultato dell’operazione contro il clan Riviezzi (undici persone in carcere, tre ai domiciliari e tre obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria).
Fonte Ansa Basilicata

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *