Caos vaccini a Sassano. Scattano gli accertamenti da parte dei carabinieri

Ci saranno accertamenti su quanto avvenuto ieri a  Sassano, nel centro vaccini di Caiazzano che serve diversi paesi a sud del Vallo di Diano. Ricordiamo che ieri è stato necessario l’arrivo dei carabinieri per riportare ordine e calma in una situazione che con il passare delle ore era diventata sempre più complicata. La mattina si era  diffusa, senza nessuna documentazione ufficiale, che ci fosse, nel centro di Sassano, un open day con Pfizer e sono stati distribuiti i “numerini” alle persone arrivate – senza prenotazione. Sono arrivate decine di persone e la protezione civile ha consegnato i “ticket” d’ingresso. Tuttavia non era affatto un open day e qualche ora dopo sono arrivate le persone che si erano regolarmente registrate sulla piattaforma per caregiver e fragili e che avevano diritto alla vaccinazione. Così è iniziato il caos per capire chi doveva accedere alla vaccinazione o meno. Tra minacce, urla e proteste varie sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Sala Consilina guidati dal capitano Paolo Cristinziano.

Il maresciallo della locale stazione, Antonio Sirsi, in prima persona ha cominciato dirimere la vicenda, facendo entrare prima quelli iscritti regolarmente sulla piattaforma a cui era dedicato il vaccino Pfizer e poi gli altri. Tuttavia già diversi, che non erano prenotati, avevano “approfittato” dell’apertura della vaccinazione mattutina e si erano fatti inoculare la dose, così a un certo punto il Pfizer è terminato ed sono ricominciate le proteste placate dai militari con somma pazienza. Infatti alcune persone aventi diritto non hanno potuto vaccinarsi. Nessun altro è intervenuto, né dell’Asl né dell’amministrazione comunale con comunicazioni ufficiali. Ci sono state attese anche di dieci ore, anziani e fragili costretti ad attendere in auto e in diversi sono tornati a casa perché non c’era più la dose di vaccino loro dedicata. Già da ieri sera sono scattati gli accertamenti da parte dei carabinieri per ricostruire quanto avvenuto e se ci sono eventuali responsabilità.

Potrebbero interessarti anche...

3 risposte

  1. fusco antonio ha detto:

    ….questo succede quando non si rispettano prenotazioni ed orari a causa di raccomandazioni, privilegiati amici degli amici ed incapacità. Fortunatamente al centro vaccinale di sala consilina le cose sembrano andare molto bene e ringrazio i medici , il personale ed il sindaco cavallone per la serietà, la professionalità e d il senso di responsabilità.

  2. anonimo ha detto:

    Prima gli amici e parenti dell’amministrazione comunale e poi si vede, ma ci rendiamo conto ………………….

  3. luana ha detto:

    Dovrebbero almeno avere la dignità di dimettersi, non si fanno queste cose, poi soprattutto a discapito di persone fragili, costretti a stare una giornata ad aspettare ingiustamente ed addirittura senza dosi, perché finite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *