Oggi il Tribunale di Sala Consilina avrebbe compiuto 30 anni… invece è morto giovane, e non di morte naturale

Chi l’avrebbe mai immaginato quel 25 maggio del 1991 che, a distanza di soli 30 anni dal taglio del nastro del Palazzo di Giustizia di Sala Consilina, non si sarebbe potuto festeggiare il suo compleanno? Invece è accaduto davvero: il 25 maggio 2021 non c’è nulla da festeggiare, non ci sono da spegnere 30 candeline. Perché il Palazzo di Giustizia di Sala Consilina è stato svuotato, Il Tribunale accorpato a quello di Lagonegro.

E non si tratta certo di una morte “naturale”: è stata invece una “uccisione” architettata e portata a termine dalla mente perversa della politica, un “omicidio di Stato” come amaramente sottolinea l’Avvocato Angelo Paladino, sindaco di Sala Consilina quel 25 maggio 1991. E che approfitta della triste ricorrenza per ribadire la necessità di una richiesta ufficiale da parte della Regione Campania per il ripristino del Tribunale, come già fatto dalla Regione Marche per l’ex Tribunale di Camerino.

Una risposta

  1. fusco antonio ha detto:

    …..con la soppressione del tribunale di sala consilina si è stilato l’atto di morte del vallo di diano. A perenne vergogna di una classe politica che non ha mai pensato al benessere della collettività ma solamente ai suoi sporchi affari ed interessi di bottega. Veramente bravi, complimenti ed oggi sono arrivati anche i leghisti, i populisti ed i neofascisti, se possibile , peggiori dei precedenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *