Terzo incontro per gli studenti del Cicerone con le aziende del territorio in collaborazione con la Confesercenti Vallo di Diano

 

All’IIS “M.T. Cicerone” di Sala Consilina si è svolto sabato 5 giugno il terzo incontro con le aziende del territorio organizzato dal responsabile Job Placement prof. Antonio Rosciano in collaborazione con la dott.ssa Aquino Maria Antonietta di “SI IMPRESE CONFESERCENTI” Vallo di Diano e supportati dalla dirigente scolastica dott.ssa Antonella Vairo.
L’incontro, svoltosi presso il parco tecnologico del plesso Ipsia-Itis del Cicerone, rivolto agli studenti delle classi quinte degli indirizzi IPSIA-ITIS, ha rappresentato la possibilità di far conoscere le aziende del territorio nell’ottica di avvicinare gli studenti al mondo del lavoro e creare un punto d’incontro concreto tra scuola e realtà produttiva. Docenti ed esperti del settore aziendale ritengono che “Affinché la scuola e il territorio si incontrino occorre cooperare nella condivisione dei bisogni culturali e formativi per costruire un percorso valido per il futuro occupazionale dei giovani”.
Protagonisti dell’evento i rappresentanti di una Concessionaria locale che hanno presentato le attività da loro svolte e le opportunità di lavoro che la stessa offre, inoltre gli studenti hanno potuto assistere ad una “Simulazione, nel piazzale dell’Istituto, di una Diagnosi a bordo di un Veicolo Ibrido”.

Durante gli interventi sono stati evidenziati l’importanza nell’essere competenti e determinati per il raggiungimento degli obiettivi prefissati e pertanto si rende necessario strutturare un team di lavoro efficiente, attraverso la formazione teorica e l’esperienza del training on the job.

I percorsi formativi riguardano la meccanica base, applicabile ai motori convenzionali, ma anche le più recenti tecnologie automobilistiche, ovvero quelle che equipaggiano le auto ibride ed elettriche.

Con il susseguirsi di tali eventi informativi si chiede, dunque, una scuola con porte aperte sul territorio e nuovi protagonisti, sulla partecipazione di tutti in un’azione di corresponsabilità educativa nei confronti degli studenti, secondo un’ottica sinergica, che superi la frantumazione tra formazione e richiesta occupazionale.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *