Ripristino del Tribunale di Sala Consilina, ecco la Proposta di Legge presentata da Corrado Matera

Come annunciato di recente dal Presidente del Comitato Nazionale Tribunali Accorpati Giuseppe Agnusdei, anche la Campania ha la sua proposta di legge finalizzata al ripristino dei Tribunali ingiustamente soppressi ed in particolare dell’ex Tribunale di Sala Consilina.

La proposta è stata presentata dal Consigliere Regionale Corrado Matera, e si riannoda all’analoga iniziativa già promossa dalla Regione Marche: l’obiettivo è quello di porre rimedio ai danni arrecati dalla cosiddetta “Riforma della Geografia Giudiziaria”, che fin dalla sua entrata in vigore è apparsa iniqua e foriera di conseguenze negative.  Oltre a sguarnire i territori dei presidi di giustizia, a impoverire l’intero contesto sociale, economico e civile, in Campania la Riforma della Geografica Giudiziaria ha comportato ulteriori criticità, in particolare nel caso della soppressione del Tribunale di Sala Consilina, chiuso nel 2013 e accorpato a quello di Lagonegro.

Nella proposta di legge Corrado Matera sottolinea che si tratta di un “caso” unico in Italia per diversi motivi: “in primis perché il comprensorio del Vallo di Diano e del Golfo di Policastro sono stati scorporati dalla Regione Campania e accorpati in altro distretto di Corte d’Appello (quello di Potenza), in una struttura inadeguata e meno capiente rispetto all’edificio di Sala Consilina, e perché il Tribunale accorpante è di dimensioni più piccole di quello accorpato; poi perché il carico di lavoro pendente attualmente presso il tribunale di Lagonegro è per il 70% proveniente dai territori del Vallo di Diano e del Bussento; e ancora perché con la soppressione del presidio di giustizia del Tribunale di Sala Consilina, è stata minata l’integrità del territorio, oggetto di un aumento di condotte illecite”. La proposta di legge non comporta oneri a carico del bilancio dello Stato, perché prevede che le spese di gestione e manutenzione degli immobili e di retribuzione del personale di custodia e vigilanza dei Tribunali Ripristinati siano integralmente a carico del Bilancio della Regione richiedente. Restano a carico dello Stato le spese relative alla retribuzione dei magistrati, del personale amministrativo e di polizia giudiziaria. La proposta di Legge presentata da Matera è frutto di un lavoro sinergico avviato da tempo in stretta collaborazione da un lato con il deputato Piero De Luca e con i vertici della Regione Campania, dall’altro con il Comitato Nazionale Tribunali Accorpati e con il presidente Giuseppe Agnusdei. Non si escludono possibili modifiche in fase di discussione e approvazione definitiva, anche a seguito di incontri con esponenti del Governo.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. fusco antonio ha detto:

    …….un altro paladino della cause perse. Se è veramente valido come dicono faccia qualcosa per risollevare, con iniziative serie ed efficaci, questo povero vallo ridotto ad una riserva indiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *