Il Coordinamento Provinciale dei Forum riprende le attività in presenza con l’evento “Giovani agenti del cambiamento”

Il suggestivo atrio della Pinacoteca Provinciale di Salerno ha ospitato l’evento “Giovani agenti del cambiamento”, organizzato dal Coordinamento Forum dei Giovani Provincia di Salerno con il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale e la collaborazione dell’OCPG dell’UniSa e di AEGEE Salerno.

Ad aprire la prima sessione sono stati i saluti istituzionali di Giovanni Guzzo – Consigliere Provinciale Delegato alle Politiche Giovanili il quale si è augurato che questo primo evento in presenza possa rappresentare l’inizio di un ritorno alla normalità e alla condivisione. “L’amministrazione Provinciale continuerà ad essere vicina alle nuove sfide che interessano il Coordinamento, soprattutto ora che ci apprestiamo ad approvare il nuovo regolamento Provinciale, per rafforzare la realtà dei Forum dei Giovani e portare la loro voce anche in Regione.”

Attraverso le parole di Francesco Barbarito, Coordinatore Provinciale e di Miriam Della Mura – Ricercatrice OCPG UniSa sono stati presentati gli obiettivi che interesseranno la ricerca e l’analisi del modello Forum. “Attraverso questa ricerca volgiamo quindi evidenziare i punti di forza ma anche quelli di debolezza dello strumento Forum, in modo da aumentare la consapevolezza dei giovani e migliorare la qualità dell’attivismo giovanile”, ha dichiarato Barbarito.

I temi al centro dell’evento sono stati il chiedersi se i giovani che fanno parte dei Forum dei Giovani riescono adeguatamente a influenzare la società in cui vivono, a comunicare con la politica per far sì che questa risponda realmente ai loro bisogni, coinvolgendoli nei processi decisionali della vita quotidiana e riuscendo a parlare a tutti i giovani provenienti da differenti contesti.

Nella seconda sessione, inoltre, attraverso le parole di Tao Byrne, Responsabile Erasmus AEGEE-Salerno e Lilia Kobin, Events Quality Assurance Committee of AEGEE-Europe, si è cercato di dare risalto al progetto Europe on Truck. La sinergia è costante tra il Coordinamento Provinciale e AEGEE Salerno. Erasmus non è solo viaggiare ma anche conoscere e confrontarsi con altre culture e altri giovani: il bello di ciò lo hanno risaltato tre “ambassadors” con tre differenti parole per sottolineare le loro esperienze all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *