Revenge porn e materiale pedopornografico sul pc: nei guai 52enne salernitano

Un 52enne salernitano è stato arrestato dai carabinieri per detenzione di un ingente quantitativo di materiale pedopornografico, diffusione a mezzo internet e diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti.   La vicenda trae origine da una precedente indagine: l’uomo minacciava un militare dell’Arma    per il suo arresto per assenteismo avvenuto qualche mese prima. I militari hanno eseguito un decreto di perquisizione domiciliare e informatica nei confronti dell’uomo che  ha permesso di verificare, oltre agli atti persecutori nei confronti del Carabinieri,  come all’interno dell’abitazione fosse presente una postazione internet collegata a un «alveare» di supporti magnetici contenenti   video e immagini a contenuto sessualmente esplicito.   Sottoposta a sequestro tutta l’attrezzatura  è stata accertata la detenzione di 1.533 video e 9.139 immagini a carattere pedopornografico diffuso via internet   attraverso il programma E-Mule. È stato contestato al 52enne anche il reato di revenge porn in quanto, al termine di una relazione amorosa con una donna 80enne poi bruscamente interrotta, lo stesso aveva diffuso sempre su internet, sia attraverso E-mule sia semplicemente inviando i file a siti dedicati, video espliciti dei loro incontri sessuali.  La donna ha appreso dai carabinieri della vendetta posta in essere dall’ex amante.  Durante le operazioni di arresto si è proceduto anche al sequestro preventivo di tre account Google già individuati nel corso delle indagini e al sequestro probatorio di una nuova postazione internet e delle relative memorie di massa ad essa trovate collegate. L’uomo, portato nel carcere salernitano di Fuorni ed è stato sottoposto a interrogatorio di garanzia, in seguito al quale il gip ha confermato la custodia cautelare in carcere.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *