Imola, dolori e gioie per il pilota valdianese Sabatino Di Mare che conquista il secondo posto di categoria DSG

Imola di gioie e dolori per il pilota valdianese Sabatino Di Mare durante la quarta tappa del week end ACI che si è svolta ad Imola, circuito storico del motorsport mondiale. Il pilota di Sala Consilina, Sabatino Di Mare, ha schierato la sua Leon Cupra DSG sulla piazzola di partenza. Il week end è stato duro e tutto in salita per il driver e per tutta la DMP Motors, che nella notte tra venerdì e sabato ha dovuto tentare l’impossibile ricostruendo parte della macchina, finita nelle barriere durante le qualifiche per un cedimento meccanico. Ma il preparatissimo team di Pasquale Di Mare ha saputo coordinare forze, tempo ed esperienza, riuscendo a far partire la macchina già in gara 1, sabato mattina, seppur schierandosi sulla penultima piazzola.
Al semaforo verde il battito cardiaco e il fiato sospeso hanno accompagnato tutti i trenta minuti di gara, con Di Mare che oltre a recuperare posizioni con una partenza in stile playstation, ha anche battagliato con le Cupra e Le Hyunday dei team ufficiali, appartenenti a categorie maggiori.
Purtroppo a otto minuti dall’arrivo un problema sulla pompa del carburante l’ha costretto a rallentare e quindi a cedere il terzo posto, arrivando quarto.
La Gara 2 di domenica, invece ha consegnato nelle mani del pilota valdianese il trofeo di secondo posto di categoria DSG, consolidando la seconda posizione nel campionato e riavvicinandosi al leader.
La seconda gara ha anche ridato fiducia e belle sensazioni per le altre due tappe del campionato che si svolgeranno la prima settimana di settembre, di nuovo ad Imola, poi ad ottobre al Mugello.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *