Morte della piccola Margarita a Palinuro:indagato il sindaco Stanziola

La Procura di Vallo della Lucania ha iscritto il sindaco di Centola, Carmelo Stanziola nel registro degli indagati per la morte di Margarita, la bimba tedesca di 5 anni morta il 22 maggio precipitando in mare dal promontorio di Capo Palinuro, mentre percorreva con la sua famiglia il sentiero del “Fortino” . Dopo alcuni giorni della tragedia, anche i genitori della piccola furono iscritto nel registro degli indagati per omicidio colposo. Stessa accusa che adesso viene mossa nei confronti di Stanziola. Il Procuratore Capo Antonio Ricci subito dopo il decesso della piccola ha affidato ad ingeneri consulenti una serie di accertamenti eseguiti sul sentiero del Fortino. Secondo l’accusa il primo cittadino attraverso il suo ruolo di amministratore avrebbe dovuto vigilare sulla sicurezza del sentiero e soprattutto vigilare se le indicazioni presenti lungo il percorso di trekking attraversato dalla famiglia tedesca e costato la vita alla bimba di cinque anni, erano esaustivi nel spiegare bene gli eventuali pericoli presenti soprattutto in alcuni tratti del tracciato. Il consulente nominato dalla Procura ha constatato l’assenza di adeguata cartellonistica. “Non mi aspettavo questo avviso di garanzia – ha ammesso il sindaco Carmelo Stanziola – ma non sono assolutamente preoccupato. Sono invece ancora profondamente addolorato per la morte di una bambina di appena 5 anni. Come sempre – ha continuato – massimo rispetto per la giustizia e per chi sta svolgendo le indagini. Sono certo di non avere alcuna responsabilità. Il sentiero era ben segnalato e peraltro – tiene a sottolineare il primo cittadino – l’incidente si è verificato in una zona fuori dal percorso. A questo punto avremmo dovuto recintare tutto il costone di Capo Palinuro e dovremmo recintare tutte le montagne d’Italia. I sentieri non sono delle autostrade, sono dei percorsi immersi nella natura selvaggia dove è necessario prestare la massima attenzione. Non so quanto adatto ad una famiglia con cinque bambini piccoli. La cartellonistica era stata realizzata dal Cai nel rispetto di ogni regola”.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Morrone Giovanni Battista ha detto:

    I comuni non sanno gestire il territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *