Telecamere da esterno: quando si possono utilizzare

La sicurezza non è mai troppa e, dati i sempre crescenti furti in appartamento, è importante dotarsi di impianti di videosorveglianza che ci permettano di controllare in qualsiasi momento cosa accade dentro e fuori casa. Se creare un sistema di telecamere all’interno dell’appartamento e semplice e poco dispendioso grazie alla moltitudine di telecamere IP a basso costo vendute online, lo stesso non si può dire di un impianto esterno, non tanto per il prezzo che è comunque basso ma per rispettare anche la privacy dei vicini.

Se non siete sicuri di poter installare una telecamera fuori casa vostra, vi invitiamo a leggere con attenzione il nostro articolo, scoprirete così quando e come utilizzare le telecamere da esterno senza incorrere in denunce da parte di terzi.

Legale o no?

Secondo l’autorità garante, l’installazione delle telecamere al di fuori del proprio appartamento è consentita, quindi sappiate che qualora vogliate installarne una sul pianerottolo condiviso da altri condomini è possibile farlo senza incorrere nelle ire dei vicini. Esistono però delle precauzioni da prendere, ovvero evitare che l’occhio elettronico riprenda direttamente l’area di passaggio, in questo modo rispetterete la privacy di terzi. 

La telecamera deve essere piazzata in modo tale da non riprendere i vicini quando entrano o escono di casa, per esempio, oppure se vi trovate in un’area esterna, far sì che non punti verso aree pubbliche come parchi o strade. Tutto ciò che può riprendere è la zona di fronte la propria abitazione e per far sì che tutto rientri nelle limitazioni, il consiglio è quello di installarla in alto sopra la porta di casa, puntandola verso il basso. Riprenderà così l’area antistante l’ingresso senza violare la privacy di nessuno. 

Area privata

Abbiamo preso in considerazione un’area esterna condivisa da più persone, ma qualora la zona da riprendere sia un luogo privato, come per esempio un giardino o un vialetto, come ci si comporta? In questo caso l’installazione delle telecamere da esterno è molto più agevole, poiché potrete installarle senza troppi problemi. Ciò non vuol dire però che potrete riprendere strade e luoghi pubblici, durante l’installazione bisogna sempre prestare attenzione all’angolo di visuale, evitando che soggetti al di fuori della vostra proprietà privata vengano ripresi direttamente in volto.

Quando ciò non è possibile, poiché le telecamere sono installate al di fuori di un’azienda o altri esercizi commerciali, è necessario apporre un cartello di informativa semplificata che indica un’area videosorvegliata. Su questo bisogna compilare informazioni specifiche, ovvero chi effettua la registrazione, a quali fini e anche il tempo di conservazione delle riprese, che non può essere illimitato ma rientrare nell’arco di pochi giorni.

Controllo di terzi

Non tutti potrebbero voler installare delle telecamere da esterno per fini di sicurezza personale o dell’attività, ma c’è anche chi vorrebbe farne un uso scorretto, come per esempio spiare i propri dipendenti. Sappiate che in questo caso potreste incorrere in seri problemi con la legge dal momento che i lavoratori hanno diritto al rispetto della privacy, della dignità personale e della libertà di espressione. 

Il datore di lavoro non può dunque spiare e controllare i propri dipendenti a meno che non vi siano condizioni specifiche che rendono questa pratica necessaria per un periodo di tempo limitato. L’attività non può comunque essere tenuta nascosta e, secondo il principio di trasparenza, il datore deve necessariamente informare i dipendenti dell’attività di videosorveglianza in corso.

Impianto esterno: con o senza filo?

Passando invece a una questione un po’ più tecnica, gli utenti potrebbero chiedersi se è meglio installare una telecamera con filo o senza. La questione non è semplice e bisogna tener conto di diversi fattori, innanzitutto se si possiede già un impianto cablato e si vuole dare un senso di continuità bisognerebbe scegliere una telecamera con filo, anche se ciò vuol dire spendere qualcosa in più non solo per l’acquisto dell’attrezzatura ma anche per far sì che i cavi raggiungano la telecamera. Il vantaggio è rappresentato da una maggiore affidabilità, sensori più performanti e soprattutto più difficili da sabotare.

Se il vostro budget non è elevato, invece, potrete optare per quelle senza filo, tenendo comunque presente che qualora non scegliate una telecamera con batteria interna, necessiterà in ogni caso di essere alimentata tramite presa di corrente. Le cosiddette telecamere WiFi o IP sono diventate estremamente popolari grazie alla loro accessibilità, quindi troverete una vasta gamma di prodotti tra cui scegliere.

Se volete acquistare delle ottime telecamere da esterno vi consigliamo di dare un’occhiata alla classifica presente nel link, troverete tutti i migliori prodotti del 2021 per creare una rete di videosorveglianza senza spendere cifre da capogiro.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *