Il pozzo diventa trappola mortale per un gattino: i volontari della Protezione Civile di Padula fanno il “miracolo”

Il pozzo profondo e oscuro si trasforma in una trappola mortale per un gattino, e il suo miagolio disperato diventa sempre più flebile. Le speranze di recuperarlo vivo diventano praticamente inesistenti.

Ma per sua fortuna il pozzo in cui è caduto si trova in località Ferrigno di Padula, e dopo l’allarme ad intervenire sul posto ci sono i volontari dell’Associazione Protezione Civile “Vallo di Diano”. I volontari padulesi sono infatti specializzati in attività su corda e soccorso fluviale, e anche in questa occasione hanno fatto la differenza mettendo in campo le tecniche di loro specialità per portare in superficie l’animale. Il lavoro di recupero è stato particolarmente complesso: il gattino era rimasto incastrato nelle pietre che sostengono il pozzo, e sia la difficile localizzazione dell’animale, che il suo disincaglio in sicurezza per gli operatori, hanno richiesto diverse ore di lavoro. Alla fine, e soltanto grazie alla caparbietà e alla professionalità dei volontari padulesi, il gattino è stato portato in superficie. Appena in tempo: le sue condizioni avevano fatto tenere il peggio. A seguito della prolungata permanenza in nell’ambiente freddo e umido del pozzo, l’animale sembrava privo di vita. Ma i volontari non si sono arresi e non si sono persi d’animo, chiedendo aiuto alla dottoressa Doris Salluzzi, che ha somministrato le cure adeguate, restituendo vita al cucciolo. E dopo tanti sforzi la più bella soddisfazione per i volontari padulesi sono proprio le immagini del gattino che sembra in rapido recupero.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *