Coronavirus: De Luca, quarta ondata, rischio ospedali ingolfati. Martedì riunione con Asl e aziende per fare punto su posti letto

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in visita all'ospedale modulare Covid in corso di realizzazione a Caserta, 18 aprile 2020. ANSA/ CIRO FUSCO

Si è “pienamente entrati nelle quarta ondata”, oggi in Campania ci sono 869 positivi, “ma – dice il governatore Vincenzo De Luca – se cresce la percentuale di positivi soprattutto non vaccinati avremo gli ospedali di nuovo ingolfati”. Per questo, ha annunciato nella consueta diretta Facebook per fare il punto sull’emergenza Covid, “martedì avremo una riunione con direttori generali di aziende e Asl per fare il punto sui posti letto. Cominciamo ad avere il problema che era prevedibile, più aumentano ricoveri Covid più diminuiscono altre prestazioni”.

De Luca, si dice “convinto che non avremo chiusure delle scuole” ma a patto che si completi la campagna di vaccinazione. “A metà novembre scatta la scadenza delle vaccinazioni per gran parte del personale scolastico nei prossimi giorni partirà una campagna straordinaria, sono convinto che avremo anche questa volta una prova straordinaria. L’obiettivo è di completare tra novembre e metà dicembre la vaccinazione di tutto il personale, vale a dire 170mila persone che devono avere il richiamo,”. “Sono convinto che avremo una prova straordinaria di efficienza, senso di responsabilità e senso civico”, ha aggiunto.

“Piena fiducia nella magistratura e assoluta tranquillità. Per il resto le vicende giudiziarie come sempre non si commentano”, ha poi detto il governatore della Campania commentando così per la prima volta, l’inchiesta su coop e appalti della Procura di Salerno che lo vede coinvolto.

Una risposta

  1. fusco antonio ha detto:

    …forse sarebbe il caso di promuovere un movimento di popolo per costringere i collusi delle istituzioni a varare un provvedimento di legge che vieti agli indagati di continuare a svolgere il loro sporco mestiere, almeno sino alla conclusioni delle indagini della magistratura .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *