La Fondazione Mida e la sua attenzione per il suolo. Ancora un riconoscimento per l’ente guidato da D’Orilia

Si è tenuta questa mattina, In occasione della Giornata Mondiale del Suolo – World Soil Day, la giornata di presentazione dei sistemi naturalistico e museale, promuovendo una riflessione con chi ha collaborato più da vicino alla loro realizzazione organizzata dalla Fondazione Mida.

Nella sede del Museo del suolo a Pertosa e nell’auditorium di Mida 1, si sono confrontati molti degli esperti e degli studiosi che hanno affiancato la Fondazione nella realizzazione del Museo del Suolo, unico in Italia, e delle attività di ricerca e di divulgazione che si sono integrate con quelle di turismo ambientale e culturale e sono state compiute attraverso allestimenti museali, formazione, visite, atelier, ricerca partecipata, convegni, una collana di pubblicazioni dedicata ai sistemi ipogei, attività in agricoltura, stage, partecipazione a network, ed iniziative di coinvolgimento della comunità. Sarà, inoltre, l’occasione per ricevere in dono l’opera “Collezione sui suoli d’Italia” realizzata dal maestro Roberto Panico. L’opera, infatti, rientra nelle azioni messe in campo dal Communication Team della FAO e in particolar modo da Giusy Emiliano con l’intento di mettere insieme arte contemporanea e scienza per supportare la sostenibilità ambientale e la tutela dei suoli.

L’evento ha visto la partecipazione in presenza dell’Onorevole Piero De Luca e il collegamento di Ronald Vargas, Segretario del Global Soil Partnership, Land and Water Office della FAO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *