Il giallo del cadavere di Palomonte e gli altri “misteri” del Vallo di Diano e Cilento

Il mistero di Palomonte, il cadavere trovato in un terreno in campagna, è solo l’ultimo dei misteri della zona sud della provincia di Salerno. Sul caso stanno indagando i carabinieri della compagnia di Eboli e si sta cercando di capire a chi appartenessero quei resti umani trovati da un pastore. L’autopsia sarà fondamentale per comprendere le cause del decesso, anche se non sarà facile, e anche almeno il sesso del cadavere.

Da un mistero, attuale, all’altro. Ancora nessuna notizia di Emilien, detto Querdal, il giovane francese scomparso presso il confine con l’Italia il 12 agosto 2018 e forse avvistato in Cilento nei giorni scorsi tanto che Gianvito Cafaro, inviato di “Chi l’ha Visto?” è andato sulle sue tracce, senza fortuna per ora ma con tante testimonianze che parlano di un viandante francese che somiglierebbe allo scomparso.

Due misteri “attuali” che vanno ad aggiungersi ad altri molto più lontani nel tempo come gli omicidi di Pasquale Petrosino, avvenuto a Montesano nel 2010 e Isabella Panzella nel 2016 a Pertosa. L’anziano abitava nella frazione di Tardiano, fu ucciso durante una rapina violenta e gli autori non sono mai stati scoperti. L’episodio è quasi dimenticato. Archiviato, senza colpevoli, l’omicidio di Isabella trovata cadavere in strada. L’unico sospettato, il fratellastro, è morto prima di essere indagato. Tanti i dubbi su queste ultime vicende.

Dubbi, anzi, completo mistero sull’identità del trentenne (circa), trovato privo di vita ai piedi del monte Figliolo a Petina nel 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *