Falsi green pass venduti a 300 euro: molti trovati anche nel salernitano

Anche la provincia di Salerno è tra le 15 province italiane dove sono stati scoperti falsi green pass ottenuti a fronte di un pagamento di circa 300 euro in criptovaluta con eventuali “sconti famiglia”. Il maxi blitz è scattato in tutta Italia e le perquisizioni sono state disposte dalla Procura di Termini Imerese nelle province di : Roma, Cremona, Aosta, Cosenza, Lucca, Caltanissetta, Agrigento, Palermo, Bologna, Olbia, Bari, Venezia, Treviso, Mantova. Al momento sono 25 gli indagati in possesso della falsa certificazione. Le indagini sono ancora in corso e al vaglio degli investigatori di Termini Imerese ci sono adesso anche i dispositivi telefonici che possono consentire di rinvenire altre certificazioni false acquistate per familiari e conoscenti e alcuni conti correnti italiani utilizzati per far transitare i pagamenti per l’acquisto dei falsi green pass. Con la collaborazione del Ministero della Salute, i falsi green pass individuati saranno disabilitati.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *