Al Cicerone di Sala Consilina convegno su“8 Marzo 2022 Giornata Internazionale della Donna”

Martedì 8 marzo si è svolto il convegno sulla Giornata internazionale della Donna, organizzato dai rappresentanti d’Istituto dell’IIS “Marco Tullio Cicerone” di Sala Consilina. I lavori si sono aperti con l’introduzione sull’excursus storico della prof.ssa Emilia Rossi. Successivamente è stato trasmesso il videomessaggio dell’ Avv.ssa Maria Elena Boschi, Presidente del gruppo di Italia Viva alla Camera dei deputati, già Ministra e Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega alle pari opportunità, la quale ha evidenziato come vi siano varie tipologie di violenze sulle donne, toccando vari argomenti dalle donne afghane, ritornate schiave con il regime talebano, per poi passare ai diritti delle donne lavoratrici in Italia e in Europa.

Sono seguiti gli interventi della  dott.ssa Rosanna Finelli, psicologa e psicoterapeuta per il Ministero di Giustizia, che ha parlato di educazione alla cura dell’altro e di quanto sia fondamentale sviluppare i sentimenti di amore verso gli altri e l’ambiente che ci circonda.

Interessante e coinvolgente l’intervento della giornalista di Sky Tg 24, Tonia Cartolano, che ha condiviso racconti di esperienze professionali, alla quale gli studenti hanno rivolto vari quesiti e consigliando a tutti di impegnarsi e seguire i propri obiettivi, rimanendo sempre se stessi. Ha infine ricordato il suo esordio presso gli studi della redazione di Italia 2Tv.

Successivamente al convegno ha preso parte la imprenditrice valdianese Rosaria Calandriello, presso il pastificio “I sapori del Vallo”, che nel suo intervento ha sottolineato come mancano uomini che si fidino delle donne e del loro modo di manovrare il timone e come gli uomini dovrebbero costituire un motore per la trasformazione culturale.

È stata poi la volta della giovane attrice emergente Cristina Cappelli, che in un simpatico intervento, ha condiviso con gli studenti, le fasi salienti della sua formazione professionale nell’ambito della drammatizzazione.

Ha concluso la manifestazione don Tonino Palmese, Presidente della fondazione Polis, che ha affermato: “Io penso che dobbiamo gioiosamente credere che “CHI DICE DONNA, DICE DONO”. Mi permetto di consegnare a me e a voi i sentimenti di gratitudine per avere nella mia vita la cultura di Gesù di Nazareth, il quale dimostra che tutte le volte che incontra una donna, tale momento, è il preludio di affermazioni e segni stupendi da parte del Signore”. Hanno coordinato i docenti Pietro Loguercio e Antonella Morena. Assistenza tecnica, al convegno on line, Antonio Barbella.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *