Regione e Provincia assenti al pre-tavolo CIS. La Carfagna: “Sconcertata”

Dopo lo scontro a colpi di post sul web tra la Ministra Mara Carfagna e il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, la querelle politica continua con nuove dichiarazioni al vetriolo e altrettante risposte. Ancora una volta protagonista della polemica politica la ministra Carfagna, che critica aspramente l’assenza della Regione Campania, della Provincia di Salerno e Comune di Salerno ad un pre-tavolo CONTRATTO ISTITUZIONALE DI SVILUPPO DELLA GRANDE SALERNO convocato questa mattina nella sede della Provincia di Salerno alla presenza del Ministro Carfagna, presidente del tavolo istituzionale, a cui hanno partecipato anche alcuni dei sindaci dei 158 Comuni della provincia interessata. La ministra infatti si è detta “sconcertata” “Poiché rischiamo di perdere 250 milioni di euro – afferma Carfagna – Se la Regione Campania non dovesse sedere al tavolo come sottoscrittore si assumerebbe la responsabilità di privare il territorio della provincia di Salerno della possibilità di assorbire oltre 250 milioni di euro. Non è accaduto in nessuna regione o provincia del Mezzogiorno”.

Questa volta a risponderle è il Presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese.

“Informiamo il Ministero per il Sud che questa Amministrazione non ha inteso partecipare all’iniziativa di questa mattina per la natura del tutto atipica e irrituale della stessa – aggiunge Strianese – La riunione convocata oggi è un luogo istituzionale non previsto da nessuna legge, e tanto strumentale e propagandistico quanto del tutto inutile. Questa Amministrazione è pronta e disponibile ad ogni necessaria discussione di merito sull’ammontare delle risorse disponibili, sulla natura dei fondi programmati e sui progetti da finanziare, ma ritiene necessario realizzare queste valutazioni negli organismi operativi e non in assemblee da passerella, organizzate con logiche opportunistiche di partito. È opportuno ricordare a tutti – conclude Strianese – che il Ministero per il Sud e la Coesione non è né una bottega privata né un bancomat personale.”

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. fusco antonio ha detto:

    …….quando si accorgeranno i cittadini campani di essere nelle mani di politici in gran parte corrotti affaristi e profondamente ignoranti oltre che arroganti?? Un ministro per il sud , che è certamente migliore di tanti politici visti ultimamente , certamente migliore ed onesta più che de luca o strianese e le loro bande, andrebbe sostenuta ed incoraggiata, ma evidentemente il malloppo che la regione e la provincia vogliono amministrare in santa pace non prevede la presenza della carfagna. Quindi vogliamo ancora una volta essere collusi con le loro mazzette e malversazioni ?????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *