Ospedali salernitani nel mirino per eccellenze mediche e deficienze strutturali

Ottimo risultato per l’equipe medica del reparto di ortopedia di Polla che ha portato a termine e con successo un’operazione al femore su una signora di ben 101 anni. La paziente, di origini sassanesi, sta bene ed è in ripresa, segnale evidente della professionalità e capacità del personale sanitario in servizio presso l’Ospedale valdianese, punto nevralgico per l’assistenza medica per un bacino di utenza che si estende oltre i confini del Vallo di Diano e ai paesi limitrofi.

Non sono, invece, buone notizie quelle che nelle ultime ore stanno involgendo l’ospedale di Oliveto Citra dove i sindacati sono insorti contro le carenze strutturali riscontrate al plesso medico. Nonostante il nosocomio sia stato sottoposto a ristrutturazione edilizia terminata solo da qualche mese, già diverse sono le problematiche riscontrate, dalle infiltrazioni alle macchie di umidità sulle pareti, passando per gli infissi ritenuti non a norma e l’assenza di zanzariere. Il tutto è stato denunciato in una nota dalla CISL Funzione Pubblica Salerno che ha sottolineato: “Pertanto, preme evidenziare che non sono più rinviabili gli interventi tecnico-strutturali che risolvano tali criticità. Per quanto sopra espresso, atteso che codesta azienda ha utilizzato risorse economiche notevoli per effettuare la ristrutturazione esterna del nosocomio da pochi mesi, e che ad oggi le condizioni strutturali sono nuovamente scadenti, si fa espressa richiesta affinché ci si attivi con urgenza al fine di porre rimedio alla problematica.”

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *