Degrado nell’ex deposito dell’ospedale di Polla. Tre anni dopo l’incendio pochi interventi di pulizia e ripristino

Quasi tre anni fa un incendio ha distrutto un’area nel pianterreno dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla, un’area destinata a deposito con all’interno diverso materiale andato in fumo e con danni anche alla struttura. L’incendio fu domato dai vigili del fuoco del Distaccamento di Sala Consilina intervenuti in poco tempo e sul rogo c’è stata anche un’inchiesta delle forze dell’ordine. A distanza però di tanto tempo l’area è rimasta nelle medesime condizioni di degrado, ripulita sì del materiale andato bruciato ma con l’infrastruttura – facilmente accessibile – danneggiata e ancora con evidenti i danni sorti dall’incendio. Nei pressi di questi locali ci sono spogliatoi e altre aree di accesso al personale ospedaliero, costretto quindi a transitare nella zona che come dimostrano queste foto non sono certo il massimo del comfort. Una situazione che durante il summit dei sindaci sulla questione sanità Vallo di Diano era stata messa in evidenza anche dal sindaco di Teggiano, Michele di Candia. Del caso se ne sta occupando anche la Cisl che già nei giorni scorsi aveva evidenziato le carenze degli spogliatoi degli infermieri e la pioggia che cadeva in una zona del terzo piano dell’ospedale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *