Polla da record sulla qualità d’aria. Supera anche Salerno: i dati Arpac

Polla supera, seppur di pochissimo, la città di Salerno nella graduatoria stilata dall’Arpac sulla qualità dell’aria. Nel centro valdianese attraversato dal fiume Tanagro la centralina “area Tritovagliatore” misura solo 5 sforamenti di Pm10 in 12 mesi. Ma la città di Salerno, con grande sorpresa per tutti, balza al primo posto nella graduatoria regionale con sei sforamenti in 12 mesi dell’indice delle polveri sottili. I dati emergono dal dossiere  del primo dicembre pubblicato dall’Arpac nel quale si analizzano i dati sulla qualità dell’aria rilevati dalle centraline installate sul territorio regionale. “ La centralina che ha fatto registrare più sforamenti di inquinamento giornaliero, si legge sul quotidiano Il Mattino,è quella di Parco Mercatello. Mentre la stazione Arpac di via Vernieri si è fermata a soli 5 sforamenti dell’indice di polveri sottili. La performance di Salerno spicca nell’ambito provinciale”. Non bene Battipaglia dove sono 11 gli sforamenti registrati, a Cava de’ Tirreni, nella  zona stadio, sono 12 invece le giornate negative da smog. A Nocera Inferiore, rilevati 18 sforamenti.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *