Abusivismo e rispetto dei vincoli idrogeologici: 2mila controlli dei carabinieri forestali di Salerno nel 2022

Il territorio italiano (per il 70% collinare-montano) è caratterizzato da una tormentata orografia e da sedimenti geologicamente instabili che lo predispongono a diffusi fenomeni di dissesto idrogeologico. Al riguardo una specifica legislazione mira a tutelarne l’integrità con una disciplina vincolistica di merito (vincolo idrogeologico e idraulico).
Il Rapporto Ispra sul dissesto idrogeologico in Italia, edizione 2021, fornisce il quadro di riferimento aggiornato sulla pericolosità per frane e alluvioni sull’intero territorio nazionale e presenta gli indicatori di rischio relativi a popolazione, famiglie, edifici, imprese e beni culturali: 7.423 comuni (94% del totale) a rischio per frane, alluvioni
e/o erosione costiera, il 18,4% del territorio nazionale classificato a maggiore pericolosità per frane e alluvioni, oltre 8 milioni di abitanti a rischio frane e alluvioni.
I fenomeni di urbanizzazione nelle aree golenali, i prelievi di inerti (sabbia e ghiaia), la realizzazione di insediamenti industriali o artigianali in aree golenali, la ricerca di nuove aree agricole, ed in genere i fenomeni accentuati di  antropizzazione che hanno caratterizzato l’ultimo cinquantennio hanno contribuito alla destabilizzazione delle condizioni naturali di molti torrenti e aste fluviali. Conseguenze tangibili di quanto descritto sono le alterazioni dei fenomeni naturali di erosione e sedimentazione e l’aggravarsi degli effetti di frane e alluvioni. Al fine di prevenire e mitigare i dannosi e drammatici effetti derivanti dal dissesto idrogeologico, acuiti dall’estremizzazione degli eventi climatici, Il Comando Carabinieri Tutela Forestale e Parchi l’Arma Forestale, attraverso le proprie articolazioni territoriali, svolge una mirata attività di controllo sul rispetto della vincolistica idrogeologica e delle norme urbanistico-edilizie nel territorio collinare-montano.
In provincia di Salerno i militari del Gruppo Carabinieri Forestale, nel corrente anno 2022, hanno effettuato oltre 1.700 controlli in materia di polizia idraulica e controlli sul rispetto del vincolo idrogeologico, accertando 196 illeciti amministrativi, 26 illeciti penali e contestato sanzioni amministrative per oltre 93.000 euro. Nell’azione di contrasto all’abusivismo edilizio, i reparti dell’Arma Forestale hanno effettuato 300 controlli e rilevato più di 40 illeciti penali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *