Donna molestata sul bus: disposte ulteriori indagini per risalire all’uomo. Accolta la richiesta di un avvocato del Vallo di Diano

Si è seduto al fianco di una turista in un pullman lungo la Costiera amalfitana e si è masturbato, indagato – mai identificato – per molestie sessuali, il gip ha disposto nuove indagini grazie all’intervento di un legale di Teggiano, l’avvocato Marco Mea, che sta difendendo la turista si è opposto alla richiesta di archiviazione e ha richiesto la prosecuzione delle indagini. I fatti risalgono al 13 agosto del 2022 quando la donna, una turista tedesca, viaggiava su un pullman di linea e le si è avvicinato un ragazzo di origine stranieri, sudasiatico si presume, di circa 25 anni, il quale dopo essersi seduto al suo fianco ha cominciato a sfiorarle la gamba sinistra. Successivamente per due volte il giovane ha cominciato a masturbarsi. E’ stato interrotto dalla donna e da altri passeggeri. La turista tedesca ha presentato denuncia e si è proceduti con il codice rosso. Tuttavia gli inquirenti non sono riusciti a risalire all’autore delle molestie e chiesto l’archiviazione del procedimento, ma ciò non è stato accolto dal legale della donna e la Gip ha disposto ulteriori accertamenti per risalire all’identità del molestatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *