Il successo del progetto “Terre del Bussento” a Casa Sanremo. Premiato Gerardo Ferrara nel ricordo di Troisi

Si è conclusa, anche per quest’anno, Casa Sanremo, l’area hospitality del Festival della Canzone Italiana ideata da Enzo Russolillo e con essa l’esperienza dell’associazione “Terre del Bussento”: un progetto che ha visto il partenariato dei Comuni di Sapri, Tortorella, Morigerati e Caselle in Pittari e la partecipazione degli studenti degli istituti “Leonardo Da Vinci” e “Carlo Pisacane” di Sapri e dell’ “Ancel Keys” di Castelnuovo Cilento.  Un “viaggio” nella città dei fiori condotto con un appuntamento quotidiano che ha riscosso grande successo. anche sulla nostra emittente e curato dal poliedrico giornalista Francesco Lombardi. Il gran finale dedicato alle “Terre del Bussento” con il pranzo istituzionale a base esclusivamente di prodotti del territorio cilentano e la consegna del premio “Terre del Bussento – Winter edition” a Gerardo Ferrara, controfigura di Massimo Troisi nelle scene più faticose del suo capolavoro cinematografico “Il Postino” e protagonista del docufilm “Il mio amico Massimo”, incentrato proprio sul suo rapporto con il grande artista napoletano prematuramente scomparso nel giugno del 1994.
Inoltre da sottolineare la partecipazione al programma televisivo condotto da Veronica Maya “L’Italia in vetrina” con ospiti in studio Maria Concetta Martino, responsabile comunicazione del progetto “Terre del Bussento, e Corrado Limongi, dirigente scolastico dell’istituto di istruzione superiore “Da Vinci” di Sapri. Durante la trasmissione si è svolto lo show-cooking con la presentazione dei prodotti degustati dagli ospiti del pranzo e presentati dallo chef Giuseppe Montuori e dall’olivicoltore Nicolangelo Marsicani.

 

FOTO: Vincenzo Finizola

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *