Lo Sporting Sala Consilina vince senza godersela. Molfetta distrutto, fischi dei tifosi per la melina finale

Vincere senza godersela, può essere questo il tema dello Sporting Sala Consilina, la squadra di calcio a cinque di serie A2 valdianese che ha battuto il Molfetta, che vede la serie A, ma che deve fare i conti con alcuni fischi dei tifosi. Il motivo è presto detto. Sul punteggio di 8-1 per i padroni di casa, a 8 minuti dalla fine, il tecnico Oliva, ha scelto di giocare con il portiere di movimento, una decisione che ha bloccato il Molfetta. I pugliesi temendo l’ulteriore imbarcata hanno deciso di rimanere nella propria metà campo. Dall’altra parteì del campo i salesi hanno cominciato una lunga melina che ha portato i tifosi paganti presenti al palazzetto dello sport di San Rufo a fischiare e poi ad abbanondare la struttura sportiva. Lo stesso patron Giuseppe Detta, al suono della sirena ha chiesto scusa. Per la cronaca, lo Sporting  ha dominato ogni aspetto della partita, archiviando la pratica già all’intervallo concluso sul 5-0. Nella ripresa in campo per i salesi il portiere Santoro, un giovane talento di Atena Lucana.

Sala Consilina sale a 57 punti con 104 gol. Mercoledì testa alla Coppa Italia con il difficile impegno sul campo dell’Ecocity Genzano.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *