Ancora violenze in campo, tira una testata e scoppia la rissa. Dura la reazione del Giudice Sportivo

E’ entrato in campo simulando una spinta da un giocatore della squadra avversaria e gli ha tirato una testata. E’ quanto accaduto la scorsa domenica durante un match calcistico nel girone di seconda categoria, tra Lentiscosa e Prosala. Stando a quanto si apprende dalle pagine del quotidiano Il Mattino, infatti, durante la partita, la gioia per un goal che avrebbe potuto portare alla vittoria della squadra ospitata è stata sopraffatta da una rissa scoppiata in campo tra il calciatore del Prosala e il massaggiatore del Lentiscosa, squadra di casa, che si è portato sul campo scatenando i tafferugli.

In un primo momento l’arbitro ha espulso un giocatore per squadra ma l’implacabilità degli animi ha portato alla obbligata sospensione della partita

Dura la reazione del Giudice sportivo che non si è fatta attendere e dimostra, chiaramente, l’orientamento di contrasto alla guerriglia che aleggia e si innesca intorno agli incontri calcistici di tutte le categorie, anche e soprattutto dopo i violenti scontri che si sono registrati qualche settimana fa tra Paganese e Casertana. E così la decisione è arrivata a distanza di una settimana e prevede, oltre alla sconfitta a tavolino per il Lentisconsa, una squalifica di 4 giornate ad un calciatore del Prosala e uno del Lentiscosa mentre i due protagonisti iniziali della rissa sono stati colpiti da una squalifica di 2 giornate al calciatore e la inibizione per il massaggiatore del Lentiscosa, fino al 5 luglio. La sanzione è aggravata in quanto” il suo comportamento violento ed antisportivo ha dato origine alla rissa nata tra i tesserati delle società e quindi alla sospensione della gara”. Infine, ammenda di 100 euro alle due società per la partecipazione alla rissa dei propri tesserati.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *