Morte di Dora Lagreca. La Procura archivia le accuse contro il fidanzato. La famiglia si oppone

La Procura della Repubblica di Potenza ha chiesto l’archiviazione delle accuse Antonio Capasso, indagato per istigazione al suicidio, per la morte di Dora Lagreca. Dora morì il nove ottobre del 2021, a Potenza, cadendo dal balcone della mansarda in cui abitava assieme al fidanzato Antonio Capasso. Lo stesso Capasso che era finito
sul registro degli indagati con l’accusa di istigazione al suicidio. Il pm Chiara Guerriero e il procuratore Francesco Curcio hanno chiuso così, avvalorando la tesi di un gesto autolesionista della trentenne. L’avvocato della famiglia Renivaldo Lagreca ha già presentato opposizione all’archiviazione.

2 risposte

  1. Delia vincenzo ha detto:

    Questa è la giustizia italiana una ragazza che amava la vita non si sarebbe mai buttata giù d’ora vedrai che non è l’uomo a farti giustizia sarà la mano di dio

    • Maria montesano ha detto:

      E si certo!!!! Ora una giovane ragazza piena di vita, socievole e con la VOGLIA DI VIVERE, si autolesiona in questo modo? Cambiate lavoro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *