Semina il panico con l’auto a Manhattan: viva per miracolo una donna di Sant’Arsenio

Momenti di terrore si sono vissuti nel pomeriggio di ieri a Manhattan dove un uomo ha seminato il panico con la sua tra la 30esima strada e Madison Avenue. Si è salvata miracolosamente anche una donna originaria del Vallo di Diano, precisamente di Sant’Arsenio che vive nella “Grande Mela” da circa 30 anni. La donna, che si chiama Angela,  stava tornando a casa, dopo il lavoro, quando improvvisamente ha visto l’auto effettuare delle manovre pericolose mentre era nel traffico cittadino fino a che il conducente con una manovra repentina è salito su un marciapiede laterale. Qui, si trovava Angela insieme a delle persone, che per pochi secondi, sono riusciti a mettersi in salvo rifugiandosi nell’atrio di un hotel. L’auto ha distrutto una pensilina e diversi pali della segnaletica verticale. “Ho vissuto momento di terrore, ha raccontato Angela.

Stavo tornando a casa, lungo il tragitto che percorro praticamente ogni giorno, quando ho notato momenti di concitazione in strada con diversi poliziotti che cercavano di fermare un’auto che era impazzita nel traffico. La stessa  auto che con una manovra velocissima ha cercato di investire me e tutte le persone che si trovava davanti”.   La polizia di New York ha spiegato che l’uomo ha  investito un agente di polizia, che fortunatamente dopo le cure necessarie è stato dimesso dall’ospedale”.   Nel video, diffuso dai principali network e siti web americani, si vede un  agente colpire  lo specchietto laterale di una berlina nera circondata da polizia e altri veicoli. “Entrambi i lati dell’auto avevano i finestrini rotti. Il parabrezza era rotto”, ha detto un testimone. Sembra che tutto sia iniziato quando la polizia ha cercato di fermare   la Cadillac nera in un’altra strada della città poiché era stata individuata all’interno dell’auto un’arma. Ma l’uomo alla guida ha accelerato ed è fuggito. Per poi seminare il panico.

L’uomo sarebbe fuggito via a piedi facendo perdere le sue tracce. E’ stato diffuso un suo identikit e la Polizia ha avviato tutte le indagini del caso.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *