Motori: cosa sono le candelette e come si cambiano?

Se sei un automobilista, molto probabilmente hai sentito parlare delle candelette. Sono uno dei componenti importanti del sistema di accensione di un motore a combustione interna, responsabili di avviare il motore e farlo funzionare. In questo articolo, spiegheremo in modo chiaro e semplice cosa sono le candelette, dove si trovano in un’auto, come sapere se sono guaste e come sostituirle.

Cosa sono le candelette?

Le candelette sono dei dispositivi elettrici che convertono l’energia elettrica in calore per accendere la miscela aria-carburante all’interno delle camere di combustione del motore. Sono costituite da un nucleo di metallo conduttivo, un isolante termico e un involucro esterno. Quando il motore viene avviato, l’energia elettrica viene inviata alle candelette, che si riscaldano fino a raggiungere temperature elevate. Questo calore viene poi trasmesso alla miscela aria-carburante, che si infiamma e inizia a bruciare, dando il via al funzionamento del motore.

Dove sono le candelette in un’auto?

Le candelette si trovano all’interno del motore, solitamente sulla testata del cilindro. Il loro numero dipende dal tipo di motore e dal numero di cilindri. Ad esempio, un motore a quattro cilindri avrà quattro candelette, mentre un motore a sei cilindri ne avrà sei. In alcuni motori, le candelette possono essere difficili da raggiungere, mentre in altri sono facilmente accessibili.

Come faccio a sapere se una candeletta è guasta?

Se una candeletta è guasta, il motore potrebbe non partire o funzionare male. I sintomi di una candeletta guasta possono includere difficoltà nell’avviare il motore, accelerazione ridotta, perdita di potenza eccessiva, consumo di carburante elevato e vibrazioni anomale. Se noti uno o più di questi sintomi, potrebbe essere necessario sostituire le candelette.

Come si cambiano le candelette?

La sostituzione delle candelette è un’operazione relativamente semplice e può essere fatta anche da un automobilista meno esperto. Ecco i passaggi da seguire:

– Assicurati che il motore sia freddo.

– Rimuovi il coperchio del motore.

– Rimuovi il connettore della candeletta tirando con delicatezza.

– Rimuovi la candeletta con una chiave a candela.

– Inserisci la nuova candeletta e serrala con la chiave a candela.

– Reinstalla il connettore della candeletta.

– Riposiziona il coperchio del motore.

È importante notare che le candelette non devono essere sostituite tutte insieme, ma solo quelle guaste. Inoltre, è consigliabile sostituire le candelette ogni 30.000 km o secondo le raccomandazioni del produttore dell’auto.

Le candelette sono componenti fondamentali del sistema di accensione del motore di un’auto a combustione interna. La loro funzione è quella di trasformare l’energia elettrica in calore per accendere la miscela aria-carburante all’interno delle camere di combustione.

Se noti sintomi come difficoltà nell’avviare il motore, accelerazione ridotta, perdita di potenza eccessiva, consumo di carburante elevato o vibrazioni anomale, potrebbe essere necessario sostituire le candelette. La sostituzione è un’operazione relativamente semplice che può essere fatta anche da un automobilista meno esperto, seguendo i passaggi descritti in precedenza.

In ogni caso, è sempre consigliabile seguire le raccomandazioni del produttore dell’auto per quanto riguarda la manutenzione del motore e delle candelette. In questo modo, si può garantire il corretto funzionamento del motore e prolungare la durata dell’auto nel tempo.

Infine, se hai dubbi o difficoltà nel sostituire le candelette, è sempre meglio rivolgersi a un meccanico qualificato per evitare di causare danni al motore o all’auto stessa. Con un po’ di cura e attenzione, tuttavia, la sostituzione delle candelette può essere un’operazione semplice e veloce da fare in autonomia.

Fonti:

Informazioni sulle candele tratte dal sito pezzidiricambio24.it

 

Informazioni sul funzionamento dei tappi sono tratte da automobile.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *