Tensioni nell’amministrazione comunale teggianese: Conantonio D’Elia esce dal gruppo consiliare

Tensioni all’interno della amministrazione comunale di Teggiano. Con una lettera inviata alle istituzioni comunali e un messaggio rivolto alla comunità, Conantonio D’Elia ha annunciato di uscire dal gruppo consiliare “Teggiano Europea” esponendo quelle che sono state le motivazioni che lo hanno condotto a maturare tale decisione e rinunciare alla mansione di capogruppo e alle deleghe conferite.

Come si legge nella lettera, D’Elia non ha mai nascosto i suoi “dubbi sulla scelta del sindaco di nominare una giunta inamovibile per i 5 anni e la volontà, quindi, di precludere sin dall’inizio la possibilità di interscambio umano nelle risorse intellettuali e politiche della Giunta. Ribadivo al sindaco il timore di uno scollamento nel lungo termine tra l’azione della Giunta e quello del Consiglio (monocolore Teggiano-europea)”. Prosegue Conantonio di aver “ripetutamente evidenziato come l’azione della Giunta fosse avulsa dalle linee programmatiche fissate in precedenza con il programma elettorale e in seno al Consiglio; l’azione della giunta si è svolta senza confronto programmatico con il Consiglio e con i singoli consiglieri, addirittura su materie a essi delegate. Il tempo trascorso finora mi ha dato ragione e ad oggi personalmente registro il distanziamento dell’azione di governo dalle tematiche civiche e sociali; la totale assenza di trasparenza e partecipazione; il mancato raggiungimento delle finalità del programma elettorale. E tutto ciò in uno scenario privo del controllo dell’opposizione!”

A questo punto D’Elia si rivolge ai suoi concittadini rimettendo al loro il giudizio sulla sua scelta e assicurando il prosieguo della sua azione politica per Teggiano, sebbene in veste dell’unico esponente della minoranza: “Assicuro e garantisco oggi più di prima la mia presenza alle attività consiliari. Assicuro e garantisco oggi più di prima rappresentanza e informazione civica; resto a disposizione di chiunque, tramite gli strumenti democraticamente riconosciuti al diverso ruolo che ora vado orgogliosamente a rivestire; assicuro un’azione amministrativa trasparente e partecipata, ispirata al temi della solidarietà sociale che storicamente sono appartenuti alle ideologie socialista-liberale e popolare cui ho da tempo aderito concettualmente e politicamente” e conclude confermando l’impegno di garantire il controllo di legalità dell’agire della maggioranza.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *