Seconda esplosione della Mingardina: tra rassicurazioni del sindaco Scarpitta e una pioggia di polemiche

Il costone roccioso della Mingardina, la strada che collega Marina di Camerota a Palinuro, è stata fatta esplodere ieri per una seconda volta in condizioni di sicurezza. “La strada adesso è stata liberata definitivamente dalla frana da cui era interessata- queste le parole del sindaco Mario Salvatore Scarpitta-  liberando il passaggio prima ostruito dai massi rocciosi rendendo quindi visibile l’arrampicata della Falesia”. Come è noto, i fatti hanno interessato numerose parti, tra cui le associazioni ambientaliste, che non erano del tutto d’accordo con questo tipo di operazioni. Si continuerà quindi a seguire questa vicenda e le novità annunciate dal sindaco Scarpitta che dovrebbero chiarire i dubbi sollevati. I lavori di rimozione dei massi dovuti all’esplosione dureranno circa dieci giorni.

Carmen De Fina

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *