Peste suina africana: la Commissione Europea dichiara zona rossa alcuni comuni lucani

La Commissione Europea ha dichiarato “area infetta”, nell’ambito delle restrizioni imposte per la peste suina africana, anche  alcuni Comuni lucani: Lagonegro, Moliterno,Paterno e Tramutola in provincia di Potenza.

La peste suina rischia di mettere in ginocchio il settore suinicolo in provincia di Salerno e non solo. Il blocco di molteplici attività escursionistiche e anche la sospensione di molte attività legate al mondo agricolo preoccupano molto la comunità.

E’ stata già istituita una ” zona rossa” tra il Cilento e il Vallo di Diano dopo il ritrovamento di carcasse di cinghiali selvatici contagiati da peste suina africana. I primi animali infetti sono stati rinvenuti nei boschi della “Cerreta Cognole”, nel comune di Montesano sulla Marcellana e di Sanza. Altri comuni, inseguito, sono diventati “zona rossa” ovvero: Buonabitacolo, Casalbuono, Casaletto Spartano, Castelle in Pittari, Monte San Giacomo, Morigerati, Padula, Piaggine, Rofrano, Sala Consilina, Sassano,Teggiano, Torraca, Tortorella e Valle dell’Angelo.

                         Mariela D’Elia

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *