Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, sulla donazione degli organi: “È un atto di civiltà”

“Quando tra molti secoli dovessi tirare le cuoia, donerò i miei organi, ho dato il consenso sulla carta d’identità elettronica”, queste sono le parole espresse dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante la consueta diretta Facebook del venerdì, riguardo la donazione degli organi.

Il presidente infatti, “invita” i cittadini a donare gli organi: “Mi sono fornito perfino io della carta d’identità elettronica – afferma De Luca – prima ci volevano 24 ore, ora con le nuove tecnologie, lasciamo perdere”

“Rinnovando la carta d’identità – continua – ho dato il mio consenso alla donazione degli organi e invito tutti a dare questo consenso, è un gesto di civiltà e di responsabilità”. 

Ma il governatore De Luca esprime la sua opinione sul tema del momento ovvero l’abolizione del reato d’abuso d’ufficio.

“Sono tra quelli che hanno apprezzato l’iniziativa di Nordio – afferma il governatore – e criticato l’ottusità e l’ipocrisia del Pd che per parecchio tempo ha avuto la responsabilità del ministero della Giustizia e non ha fatto nulla sull’abuso di ufficio”

“Doveva essere modificatocontinuaci sono stati magistrati come Cantone che avevano avanzato ipotesi di modifica ma nessuno ha fatto nulla, la cancellazione è l’unico modo per una discussione seria”

“Il vizio di origine dell’abuso di ufficio – conclude De Luca – è che si trasferisce una materia amministrativa sul piano penale. Bene ha fatto Nordio a toglierlo di mezzo. Tra quelli che non hanno diritto a parlare ci sono i dirigenti del Pd che non hanno mosso un dito quando la legge Severino ha introdotto una disparità vergognosa tra i cittadini”. 

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. fusco antonio ha detto:

    ….gli avete chiesto se lui lo ha lasciato scritto nel suo testamento, altrimenti sono le solite ciarle ad uso elettorale e per incantare ancora qualche stolto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *