Strage di Ustica. L’ex premier Amato dà ragione al giudice Priore: “Dc9 abbattuto da un missile francese”

l Dc9 dell’Itavia precipitato vicino a Ustica il 27 giugno 1980 è stato abbattuto da un missile francese. Lo sostiene, in un’intervista a Repubblica, l’ex premier Giuliano Amato. “Era scattato un piano per colpire l’aereo sul quale volava Gheddafi – racconta – ma il leader libico sfuggì alla trappola perché avvertito da Craxi. Adesso l’Eliseo può lavare l’onta che pesa su Parigi”. E dà così ragione alla tesi, giudiziaria, che il giudice di Polla, incaricato di seguire il caso, ha sempre sostenuto. Anzi ha evidenziato e rimarcato.

“Dopo quarant’anni le vittime innocenti di Ustica non hanno avuto giustizia. Perché continuare a nascondere la verità? È arrivato il momento di gettare luce su un terribile segreto di Stato. Potrebbe farlo Macron. E potrebbe farlo la Nato. Chi sa ora parli: avrebbe grandi meriti verso le famiglie delle vittime e verso la Storia”, afferma Amato nell’intervista, sottolineando che “la versione più credibile è quella della responsabilità dell’aeronautica francese, con la complicità degli americani. Si voleva fare la pelle a Gheddafi, in volo su un Mig della sua aviazione. Il piano prevedeva di simulare una esercitazione della Nato, una messa in scena che avrebbe permesso di spacciare l’attentato come incidente involontario”.

Una risposta

  1. fusco antonio ha detto:

    …..dopo trentanni e passa è una soddisfazione del c….per le famiglie e per gli italiani ammazzati dalla ferocia fascista collusa con i servizi deviati italiani, israeliani, americani, inglesi e francesi. Vite distrutte per ridurre l’italietta ad un parco di divertimento per pasciuti ricchi e borghesi del mondo e zittire e prostiture un popolo levantino che si è sempre venduto per un piatto di lenticchie, cosa che avviene anche oggi con i fascisti. Poveri coloro che hanno creduto con il risorgimento e la resistenza di dare dignità, valori e futuro ad un popolaccio irrimediabilmente prostituito a bonus, elemosine e collusione con mafie e politica corrotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *