Gli studenti valdianesi rispondono alla Preside del “Leto”: “Sui nostri vestiti decidiamo noi”

In queste ore, sulle pagine web di giovanissimi e non nel Vallo di Diano, è acceso il dibattito in merito a quanto richiesto dalla Dirigente Scolastica del “Leto” di Teggiano, Maria D’Alessio, la quale con una circolare ha invitato studenti e studentesse a vestirsi in modo decoroso per frequentare la scuola. E rivolgendosi ai genitori  ha esteso l’invito a “vigilare” sugli abiti scelti dai loro figli per frequentare le lezioni.

L’Unione Studenti Vallo di Diano appresa la notizia e letta la circolare fatta affiggere nella bacheca dell’istituto d’istruzione superiore di Teggiano, ha, con una nota stampa, chiarito la posizione delle studentesse e degli studenti del Vallo di Diano.” Sui nostri vestiti ora decidiamo noi!, scrive in una nota UDS Vallo di Diano.

“La scuola, luogo di formazione, sottolineano gli studenti e le studentesse valdianesi, dovrebbe essere il primo spazio in cui ci viene insegnato che non siamo ciò che indossiamo, che l’apparenza e il nostro aspetto fisico non ci definiscono necessariamente come persone a meno che non siamo noi a deciderlo. Il rispetto, aggiungono, non si costruisce con magliette lunghe, pantaloncini sopra il ginocchio, nè quanto meno con le braccia coperte. il rispetto,reciproco, si costruisce ascoltando le istanze delle studentesse e degli studenti e costruendo momenti di confronto e di espressione”. E poi la citazione di quanto scritto nella circolare, ossia che “in caso di mancata osservanza si provvederà all’applicazione delle note disciplinari previste dal ns.regolamento di Istituto”. L’unione degli studenti valdianesi, sottolinea, poi, che le scuole non abbiano  nei confronti degli studenti e delle studentesse “un atteggiamento punitivo e di sovradeterminazione ma che anzi siano liberi da logiche verticiste e che favoriscano la comunicazione e l’ascolto”.

Potrebbero interessarti anche...

3 risposte

  1. Mimmo ha detto:

    Che enorme sciocchezza, vorrei capire quale profonda ideologica possa essere soffocata da una maglia che copra la pancia o un pantalone lungo fin sotto il ginocchio.

  2. Mimmo ha detto:

    Che enorme sciocchezza, vorrei capire quale profonda ideologia possa essere soffocata da una maglia che copra la pancia o un pantalone lungo fin sotto il ginocchio.

  3. fusco antonio ha detto:

    ….vero ma la decenza almeno quella va conservata. Spogliatevi, ubriacatevi, spinellatevi a casa vostra se ve lo consentono genitori peggio di voi , e per le strade ma almeno in classe siate seri, volenterosi e moralmente decenti, o per voi queste sono tutte cose inutili ed inesistenti per il decoro di ogni essere umano. ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *