La Monte Pruno all’evento, di Padula, con il generale dei Ros Pasquale Angelosanto

Lunedì, presso la Certosa di Padula, si è tenuto un importante incontro dal titolo “Investire in Legalità” con la straordinaria partecipazione del Generale di Corpo d’Armata, Pasquale Angelosanto, comandante del Ros dei Carabinieri.

L’incontro, dedicato ai ragazzi delle scuole superiori del Vallo di Diano, è stato organizzato da Vallo Più, il Magazine online del Vallo di Diano, insieme con la Città di Padula e la Fondazione Monte Pruno, oltre alla vicinanza ed al supporto della BCC Monte Pruno.

La mattinata è stata aperta dall’introduzione del Direttore di Vallo Più Giuseppe D’Amico per poi proseguire con i saluti del sindaco di Padula Michela Cimino, del Direttore della Fondazione Monte Pruno Antonio Mastrandrea, in luogo del Presidente Michele Albanese, di Don Vincenzo Federico, in luogo Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro S.E. Antonio De Luca, e del Consigliere Regionale Corrado Matera.

Il Condirettore del Quotidiano Nazionale Angelo Raffaele Marmo ha poi intervistato il Generale Angelosanto in un colloquio di alto profilo e fortemente interessante per i presenti, andando ad approfondire diverse analisi circa le azioni dello Stato contro la criminalità organizzata, oltre ai tanti successi investigativi del Generale stesso.

Diverse le autorità militari e civili che hanno presenziato l’evento, il quale ha lasciato a tutti ed, in particolar modo ai ragazzi, un grande patrimonio di informazioni per una sempre più intensa e puntuale diffusione della cultura della legalità tra le giovani generazioni.

L’alto ufficiale nella sua intervista ha, tra l’altro, affermato, a conferma del fondamentale ruolo svolto nell’ambito della costruzione di una società sempre più orientata alla legalità ed al rispetto delle regole: “Quando noi interveniamo, restituiamo qualcosa ai cittadini che gli è stato sottratto. Si restituisce legalità ai territori, difendendo la Costituzione. La malavita oggi ha cambiato condotta anche attraverso azioni di basso profilo, fatte di infiltrazioni nella società civile. Educando alla legalità si investe su tutta la società ed è positivo stamane poterlo fare davanti a tanti studenti”.

Soddisfazione è stata espressa anche dalla Fondazione Monte Pruno per aver preso parte ad un incontro di alto spessore, avendo la possibilità di ospitare, grazie a Vallo Più, uno dei personaggi di spicco dello Stato Italiano nella lotta alla criminalità organizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *