Summit sull’ospedale di Polla. Liguori incontra i sindaci: “Il ‘Curto’ è un patrimonio da difendere. Arriva un neurologo”

Il direttore sanitario Dino Liguori ha incontrato, nel pomeriggio di ieri, i sindaci del territorio per affrontare il tema dell’ospedale di Polla e le sue difficoltà. Nel corso dell’incontro, durato oltre tre ore, sono emerse anche delle note positive sul “Luigi Curto” e su queste, il direttore sanitario ha voluto spingere, parlando di patrimonio del “Curto”.

L’incontro è stato voluto dal sindaco di Polla, Massimo Loviso, sia per affrontare le varie tematiche sanitarie, sia anche per permettere la conoscenza del direttore – arrivato il primo agosto e coordinatore anche del nosocomio di Oliveto Citra – ai vari amministratori del territorio. Presenti anche i due consiglieri regionali Tommaso Pellegrino e Corrado Matera.

Diversi gli interventi da parte dei sindaci che sulla questione – ospedale  non si incontravano da diverso tempo (ultima volta a Teggiano alcuni anni fa oramai). E’ stato un confronto duro che ha visto vari amministratori chiedere l’apertura di un tavolo permanente e una commissione che possa unire gli amministratori, gli operatori sanitari e in sindacati.

Il primo cittadino di Polla ha esordito leggendo alcuni post sui vari sociale di ex dipendenti dell’ospedale di critiche al nosocomio, Loviso ha criticato questo atteggiamento denigratorio e di fare quadrato invece di distruggere. Tra prese di posizione e anche rimandi di responsabilità, i sindaci inoltre hanno più volte rimarcato che non sono stati firmati in questi anni dei documenti condivisi (lo ha riferito Vittorio Esposito) e l’unico è stato quello del piano del 118 tra l’altro non seguito (la sottolineatura di Giuseppe Rinaldi). Il sindaco di Teggiano nonché presidente della conferenza dei sindaci per l’Asl Michele Di Candia ha rimarcato che la politica ha fatto tanto per l’ospedale di Polla e permesso l’arrivo di medici (12) e risorse.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *