Miss Italia 2023: Elena Paciello racconta la sua esperienza e le sue emozioni: “Strepitosa avventura”

Elena Paciello, giovane di 20 anni originaria di Padula, è stata selezionata come Miss Italia Basilicata 2023 e ha avuto l’opportunità di partecipare alla 84ª edizione di Miss Italia a Salsomaggiore Terme.

Elena ha rappresentato la Basilicata, suscitando un grande tifo anche nel Vallo di Diano. La sua storia del trasferimento da Padula a Roma aggiunge un elemento interessante alla sua esperienza di vita.

È importante dire che oltre alla sua partecipazione al concorso di bellezza, Elena sta anche studiando, infatti è iscritta alla facoltà di Scienze e Tecniche del Servizio Sociale, dimostrando una versatilità interessante.

La sua descrizione fisica, con i canoni estetici della femminilità mediterranea, sicuramente ha contribuito al suo successo nel concorso.

Elena si è raccontata ad Italia2tv per descrivere la sua esperienza e le sue emozioni.

La prima domanda è d’obbligo: perché ha deciso di partecipare al concorso di Miss Italia?

Sono cresciuta con una profonda passione per la moda fin da quando ero bambina. La bellezza per me va oltre l’aspetto esteriore, è la capacità di esprimere la propria autenticità e personalità. Partecipare a questo concorso era un sogno che coltivavo da anni, e credevo fosse arrivato il momento giusto per mettermi alla prova e condividere la mia passione con il mondo. La passerella per me è sempre stato un rifugio, dove la mia presenza si traduce in un’espressione autentica di chi sono.

Cosa ha pensato quando ha appreso di essere tra le finaliste?

Quando ho appreso di essere tra le finaliste di Miss Italia, ho provato un mix di emozioni travolgenti. La gioia e l’entusiasmo per questa incredibile opportunità si sono mescolati con una leggera ansia e la consapevolezza delle responsabilità che un titolo del genere comporta. Sono grata per l’opportunità di rappresentare la bellezza e l’empowerment femminile. Ho capito che la determinazione e la perseveranza sono qualità fondamentali per raggiungere i propri obiettivi.

Quali sono state le sue emozioni?

Una grande emozione difficile da spiegare, un misto di gioia stupore e un senso di orgoglio, per me stessa e la mia famiglia.

Il momento più bello di Miss Italia?

Il momento più straordinario durante il concorso di Miss Italia è stato, senza dubbio, l’indimenticabile istante dell’incoronazione a Potenza, un’esperienza che ho vissuto come un autentico sogno realizzato. Tuttavia, oltre a questo culmine di emozioni, non posso trascurare l’importanza dei momenti condivisi con le altre concorrenti. Le risate condivise, i balletti, le foto e le ansie condivise hanno contribuito a creare legami significativi, rendendo l’intero percorso di Miss Italia un’esperienza ancor più preziosa e indimenticabile.

E magari se c’è stato un momento brutto?

Il momento più difficile a Miss Italia potrebbe essere stato quando mi sono resa conto che l’avventura stava finendo. La consapevolezza del termine di un’esperienza così unica potrebbe aver portato con sé sentimenti contrastanti di nostalgia, ma allo stesso tempo, potrebbe aprirsi la porta a nuove opportunità e sfide. La capacità di adattarsi a questi cambiamenti è parte integrante del percorso di crescita personale.

Su Miss Italia ne hanno dette di ogni. Che le ragazze ambiziose, sognano di fare la velina e di fidanzarsi con calciatori, che sono delle raccomandate ecc.. Cosa pensa a riguardo? Come sono davvero le aspiranti miss?

Il palco di Miss Italia è un’opportunità unica per molte donne di esprimere non solo la loro bellezza fisica, ma anche le loro idee e opinioni. Al di là delle percezioni superficiali, molte aspiranti Miss sono donne ambiziose che desiderano veicolare messaggi significativi. Sarebbe bello che la gente prestasse attenzione alle voci e alle idee che emergono tra una passerella e l’altra, dando così alle partecipanti la possibilità di dimostrare la loro intelligenza e impegno sociale. Molte delle concorrenti si dedicano anche agli studi e al lavoro. Va oltre l’immagine stereotipata di una semplice “bella ragazza”, mostrando la loro determinazione e impegno in diversi ambiti della vita.

Cosa si aspetta adesso?

Dopo la conclusione di Miss Italia, potrebbero aprirsi nuove porte. Le esperienze acquisite durante il concorso potrebbero fungere da trampolino di lancio per una carriera nel mondo dello spettacolo, offrendo la possibilità di costruire una presenza pubblica e di affrontare sfide stimolanti. Inoltre, la visibilità ottenuta potrebbe tradursi in collaborazioni, creando ulteriori occasioni per emergere e prosperare professionalmente.

Quali sono le sue passioni nella vita? Lei sta anche studiando

Frequento il secondo anno di università, studio scienze e tecniche dei servizi sociali. Per me, l’istruzione è fondamentale, e continuare il mio percorso di studi è una scelta che faccio con impegno. Allo stesso tempo, non posso ignorare la mia passione per il mondo della moda e dello spettacolo.

La fascia Miss Basilicata, che ha dato inizio alla sua avventura, cosa ha rappresentato per lei?

Questa esperienza mi ha portare a una maggiore crescita di autostima e consapevolezza di credere nei sogni, che ho visto avverarsi dopo tanti sacrifici.

C’è qualcuno a cui deve dire grazie?

A me stessa, per la mia determinazione, autenticità e impegno costante nel percorso. Ma soprattutto alla mia famiglia, per essere stati al mio fianco, spronandomi sempre a non mollare. Il loro sostegno incondizionato è stato la mia fonte di forza e fiducia. Inoltre, ringrazierei anche chi, in un modo o nell’altro, ha dubitato di me poiché mi ha spinto a dimostrare il mio valore e a cercare di migliorarmi costantemente.

Tre aggettivi per descriversi.

Gli aggettivi che più mi caratterizzano sono l’essere empatica, determinata e singolare.

Qual è il suo legame con Padula?

Sono legata a Padula perché i miei nonni materni vivono ancora lì ed è sempre un piacere tornaci.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *