Ai domiciliari a Oliveto Citra, tenta di togliersi la vita con una pistola da macellazione

Un pregiudicato di 65 del potentino, agli arresti domiciliari, si spara alla testa con una pistola da macellazione. L’uomo è stato immediatamente trasferito all’ospedale di Oliveto Citra dove i medici e gli operatori del pronto soccorso hanno cercato di stabilizzarlo per il trauma subito, è stato poi trasferito al San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona in prognosi riservata.

Le motivazioni di tale gesto, dovute forse a problemi psicologici pregresse, sono ancora da chiarire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *