Non c’è due senza tre. Un’altra vittoria per il Valdiano Volley, Calvizzano battuto 3-0

Un’altra partita entusiasmante e un’altra vittoria per le ragazze del Valdiano Volley nel campionato regionale di serie D. Ieri, presso il “Palazingaro” di Sala Consilina, la squadra giallo-verde ha disputato la sua sesta partita del campionato contro lo Zoomiguana San Giacomo Calvizzano, squadra della società sportiva “Calvizzano Volley” e ha vinto 3-0.

Il primo set si è concluso con un punteggio parziale di 25-18 ed è stata netta la superiorità in campo delle padrone di casa. Nel secondo set, invece, diversi errori da parte di entrambe le squadre hanno fatto sì che il set si giocasse con un testa a testa che è andato avanti fino agli ultimi punti per poi concludersi con un punteggio di 25-23 per il Valdiano Volley. Nell’ultimo set la squadra valdianese ha ritrovato la grinta e lo spirito giusto e ha vinto con un punteggio di 25-21, aggiudicandosi la vittoria della partita.

Dalila Rondinella, allenatrice dello Zoomiguana sostiene che le sue ragazze abbiano perso la partita a causa dei numerosi errori commessi in campo. “Sapevamo che il Valdiano Volley era una società forte e da non sottovalutare – prosegue la mister – quindi ci siamo allenate nel migliore dei modi. Il problema sono stati i troppo errori commessi da noi e su cui dovremo lavorare”.

Gerardo Cacciottolo, allenatore del Valdiano, si dice molto contento del risultato della partita e del fatto che sebbene la sua sia una squadra nata da poco tempo i risultati sono già molto soddisfacenti.

Con questa vittoria la squadra guadagna altri tre punti e torna ad occupare il 5° posto della classifica parziale del campionato. Le prossime due partite per il Valdiano Volley saranno giocate in trasferta. La prima il 17 dicembre, contro il GS Aversa Volley e la seconda, il 14 gennaio, contro il Green Volley Club. Per rivedere le ragazze al “Palazingaro” bisognerà attendere il 21 gennaio, quando giocheranno contro l’Abatese Volley.

 

Tatjana Chirichella

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *