Regione Basilicata: “Il Governo finanzi la CIG in deroga per garantirla sino alla fine del 2014”. La richiesta della UIL

L’incremento del 61,4% delle ore di cig in deroga a marzo rispetto al precedente mese, avvalora la scelta del Presidente Pittella di destinare 6 milioni di euro della manovra finanziaria regionale 2014 per coprire le esigenze dei lavoratori senza indennità salariale. A sostenerlo è il segretario regionale Uil Basilica  secondo cui il Governo dovrebbe finanziare la CIG in deroga per garantirla sino alla fine del 2014 essendo per molte famiglie monoreddito, l’unica fonte di sostentamento. Tra i dati di maggiore emergenza, la cig straordinaria segna in un mese un’impennata del 452,3% facendo lievitare complessivamente le ore a più 74,4% e più 1.445 operai. Per la segreteria regionale della Uil le scelte sia pure rilevanti contenute nella finanziaria regionale non possono però bastare. Il riferimento è alle misure riferite allo sviluppo e a quelle per favorire nuova occupazione con la posta di 5 milioni di euro per l’assunzione di giovani. Nel Documento economico e finanziario del Governo Renzi, pur essendoci interventi positivi, manca la scelta di invertire le dinamiche economiche. Nella prossima legge di stabilità è, dunque, fondamentale favorire la crescita con interventi e investimenti a favore della produzione e dell’occupazione, riducendo l’evasione e riequilibrando la tassazione locale, diminuendo quella nazionale. Bisognerà anche rinnovare i contratti per favorire i consumi poiché la crescita della domanda interna favorirebbe il 70% del sistema produttivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#