Ospedale “Curto” di Polla: Tortora riconfermato. In arrivo personale e attrezzature

Il Direttore Sanitario del Curto di Polla, Aristide Tortora, è stato riconfermato nel suo incarico, ossia continuerà senza nessuna scadenza di mandato il suo lavoro nella gestione dell’ospedale pollese. La notizia è stata comunita nel pomeiggio di ieri dallo stesso Tortora nel corso di una conferenza stampa, durante la quale il direttore sanitario, ha annunciato importanti novità per l’ospedale del Vallo di Diano. Dopo una riorganizzazione interna della struttura, cercando di aggirare il blocco del tourn over, il direttore Tortora ha chiamato a Polla validi professionisti. Arriveranno due anestesisti e due internisti, questi ultimi,  uno specializzato in oncoepatologia ed un altro in epatologia. Accanto all’arrivo di nuovo personale, al “Curto” saranno erogabili nuove prestazioni sia per pazienti degenti sia ambulatorialmente.  Tra queste sarà possibile effettuare l’ecografia con mezzo di contrasto, l’ago aspirato ed esami oncologici dapprima non effettuabili, tra i quali la biopsia ecoguidata del fegato e le termoablazioni  di tumori epatici. Saranno potenziate inoltre le diverse attrezzature obsolete del “Curto” anche per agevolare un incremento delle prestazioni. Il direttore Tortora ha chiesto un potenziamento degli ecografi della struttura e l’aggiornamento complessivo del parco tecnologico. Accanto a questo, stanno per arrivare a Polla due tecnologie importanti: il laser ad eccimeri in oculista, l’unico in Provincia di Salerno,  ed un litotritore che consente di operare in modo non invasivo i calcoli renali, senza quindi nessun tipo di operazione chirurgica. Continuano e sono in dirittura d’arrivo, inoltre,  i lavori di riqualificazione in corso all’ospedale “Curto”, un vanto per il direttore Tortora per la “sinergia creatasi tra la direzione generale, quella sanitaria e la stessa azienda che si occupa della realizzazione dell’opera”. Stiamo cercando di far ritornare “all’efficienza passata l’ospedale di Polla ha dichiarato il Direttore Tortora, anche attraverso continui incontri con i Sindaci del territorio per evitare che la struttura sprofondasse in un baratro. Nei primi giorni del mese di ottobre, ha annunciato il direttore,  si terrà una cerimonia di inaugurazione delle nuove opere del “Curto” di Polla, come se fosse un nuovo ospedale”. Nel corso della conferwnza stampa inoltre si è parlato della situazione in cui versa il reparto di otoronilaringoiatria attualmente chiuso a causa di mancanza del personale medico. Una situazione fatta presente più volte da Tortora alla Direzione Generale. “L’attività ambulatoriale sarà riattivata ma i tempi non saranno brevi, tra non prima di 90 giorni”. Nessuna volontà di chiusura, ha chiarito il direttore, ma purtruppo siamo stati costratti a causa di quanto è stato fatto o non è stato fatto bene in passato. Un altro reparto che versa in condizioni di criticità nonostante sia fondamentale in una struttura ospedaliera come quella del “Curto”, è quello di cardiologia, nonostante il contributo di altri dirigenti medici. Anche in questo caso il Direttore Tortora ha assicurato “da parte della direzione generale e  sanitaria soluzioni più stabili per un vero potenziamento del reparto. “Il giorno in cui , ha terminato Tortora, riusciremo ad avere un riassetto anche di questo reparto,  potrò considerare  concluso il mio compito di rilancio e riqualificazione del “Curto” di Polla”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#