Al via l’abbattimento degli “Alberi pericolosi”. Chiusa al traffico Via Mons. Sacco

Non si placano le polemiche sull’ordinanza di abbattimento di 34 “pini domestici” a Sant’Arsenio, firmata dal sindaco Antonio Coiro, perché considerati, tra le altre cose, “pericolosi per l’incolumità pubblica”. Un parere ratificato anche da due funzionari della Provincia di Salerno che dopo aver effettuato una perizia sul posto hanno concordato con l’idea che “fosse opportuno abbattere gli alberi per evitare conseguenze spiacevoli in caso di improvvisa caduta”. La Provincia è stata interpellata dal Codacons Vallo di Diano. Ebbene sulla vicenda interviene anche il l’Ordine degli Agronomi della Provincia di Salerno, il WWF Distretto di Salerno ed il WWF Terre del Tirreno con una diffida inviata al Comune di Sant’Arsenio, alla Provincia di Salerno e al Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano ed Alburni e per conoscenza alla Procura della Repubblica di Lagonegro . Nel lungo documento a firma di Antonio Cariello Vice Presidente WWF Distretto Salerno  e di Claudio d’Esposito Presidente WWF Terre del Tirreno si chiede di sospendere l’ordinanza ed effettuare “verifiche più approfondite”.  Ma il sindaco Antonio Coiro, non ha ceduto all’ulteriore richiesta e come concordato la ditta incaricata dal Comune è a lavoro sul posto da questa mattina per il taglio degli alberi. La strada, Via Mons. Sacco, è stata chiusa al traffico e la circolazione rimarrà interrotta fino a mercoledì 13 aprile. Una vicenda che vede due fazioni: chi è a favore del taglio degli alberi considerati troppo pericolosi per l’incolumità pubblica e chi invece chiede maggiori approfondimenti “prima di prendere una decisione così drastica”.

Notizia letta 133 volte

Potrebbe piacerti anche ...

2 Responses

  1. Rino De Lucia scrive:

    Da convinto naturalista dico che oggettivamente la stazza e la collocazione di quei pini li rendeva effettivamente pericolosi per la pubblica incolumità. Ciò in conseguenza dei forti venti che periodicamente spazzano le nostre zone; un qualcosa di non confrontabile col passato.
    Cambiamento del clima?!

  2. rocco panetta scrive:

    Il Presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Salerno ha chiesto di fare accurate INDAGINI STRUMENTALI sull’apparato radicale, sul tronco e le branche principali degli alberi, E’ stato fatto, parlando della Provincia di Salerno, dai Comuni di Salerno e Buccino, perchè NON farlo anche a Sant’Arsenio? Essere testardi come gli asini, lo dico con rispetto per gli asini da Medico Veterinario,NON serve.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>