Sala Consilina, studenti del Liceo Classico Cicerone in rivolta: “Nostri diritti negati”

Studenti del Liceo Classico Marco Tullio Cicerone di Sala Consilina in rivolta lunedì mattina. Pacifica ma compatta la protesta, che ha visto gli studenti del Classico a non entrare nelle proprie classi, ma radunarsi all’ingresso del Liceo, dove sono stati raggiunti anche da altri colleghi degli altri indirizzi di studio dell’Istituto Cicerone.

 

sciopero liceo cicerone rivolta 3304e280-9fd9-491e-8422-e00b3383d8b6

Gli studenti chiedono un incontro con la dirigente scolastica, e nel frattempo hanno stilato un documento nel quale riassumono le loro motivazioni. Eccolo:

IL DOCUMENTO DEGLI STUDENTI, ECCO I MOTIVI DELLA PROTESTA:

-L’eccessiva lentezza burocratica nel avviare le gare d’appalto e il conseguente costo molto elevato di alcune gite o uscite scolastiche, quali ad esempio i colloqui fiorentini.

-L’eccessiva lentezza nell’organizzazione della gita del quarto e quinto anno, della quale non si sa ancora con certezza né la data né il costo.

-La modalità di svolgimento dell’assemblea che non corrisponde a quella prevista dal MIUR: “Il D.P.R. 297/94, dopo aver sancito nell’art.12 che “Gli studenti della scuola secondaria superiore (..) hanno diritto di riunirsi in assemblea nei locali della scuola, secondo le modalità previste dai successivi articoli”, prevede, all’art.13 commi 6 e 7, che “E’ consentito lo svolgimento di una assemblea di istituto ed una di classe al mese nel limite, la prima, delle ore di lezione di una giornata e, la seconda, di due ore”.

-La mancata possibilità per noi studenti di scegliere quale tipo di alternanza scuola lavoro praticare, possibilità che viene offerta agli studenti in molti altri istituti della zona.

-La poca disponibilità da noi riscontrata a nell’affrontare e ascoltare i problemi degli studenti.

-Il non svolgimento di alcuni corsi formativi pomeridiani che avevano coinvolto molti studenti negli anni precedenti e che ci avevano dato la possibilità di aumentare la qualità dell’offerta formativa.

-La difficoltà riscontrata da noi studenti nell’avere un orientamento universitario, in quanto la funzione strumentale che se ne occupa non ha sede all’interno del liceo ma all’interno degli altri istituti del comprensivo.

1f35236d-69b0-4d89-96b6-0b25380ef44b

Pertanto chiediamo, sicuri della vostra comprensione, che vi impegniate a garantirci che:

-Le restanti gite e uscite che vi saranno nell’anno scolastico corrente e negli anni scolastici a venire siano gestite per tempo dalla burocrazia in modo da proporre prezzi più ragionevoli e alla portata di tutte le famiglie.

-Si faccia tempestivamente chiarezza sulla gita a Madrid del quarto e quinto anno.

-Le successive assemblee si svolgano così come previsto dal MIUR.

-Venga data a partire dal prossimo la possibilità ad ognuno di scegliere il tipo di alternanza che più si avvicina alle sue possibilità, alle sue capacità e ai suoi interessi.

-Nelle prossime occasioni si risolvano con più tempestività e diplomazia i problemi di noi studenti.

-Vengano ripristinati, a partire dal prossimo anno scolastico, i corsi pomeridiani e di potenziamento che erano precedentemente in vigore.

-La funzione strumentale per l’orientamento universitario venga spostata al liceo classico, in quanto è il liceo ad offrire una offerta formativa che più degli altri istituti.

Notizia letta 1346 volte

Potrebbe piacerti anche ...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>